menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Il consiglio comunale di Chieti, immagine d'archivio

Il consiglio comunale di Chieti, immagine d'archivio

Doppia seduta in consiglio comunale: si chiedono risposte su asili nido, sicurezza e decoro urbano

Alle 8.30 sindaco e assessori competenti dovranno rispondere alle interrogazioni dei consiglieri di opposizione. Nella seconda parte, al centro c'è il regolamento sulle zone a traffico limitato

Doppia seduta di consiglio comunale, domani mattina, nell'aula della Provincia. L'assemblea si occuperà nella prima parte delle interrogazioni presentate da diversi consiglieri di opposizione. Poi, alle ore 11, in prima convocazione, e giovedì qualora non dovesse venire raggiunto il numero legale, si discuterà del nuovo regolamento sulle zone a traffico limitato, approvato pochi giorni fa dalle commissioni Trasporti e Regolamenti

Nella prima seduta, convocata alle ore 8.30, il sindaco o gli assessori competenti dovranno rispondere ai consiglieri del Movimento 5 stelle, Ottavio Argenio e Manuela D'Arcangelo, su sicurezza, decoro urbano e scuole. In particolare, verranno discusse l'interrogazione sulla sicurezza di via Gran Sasso, via don Minzoni e via Fonte Vecchia, zone che presentano gravi criticità strutturali, su cui i pentastellati vogliono certezze e provvedimenti rapidi e concreti. Sempre firmata Argenio e D'Arcangelo l'interrogazione che chiede delucidazioni sugli interventi di derattizzazione e di tutela del decoro urbano. Infine, le ultime due interrogazioni si concentrano sui bisogni delle famiglie e dei più piccoli in particolare: la prima è sul monitoraggio della mensa scolastica, la seconda sulle attività di recupero delle rette per la refezione

Enrico Raimondi, di recente passato da L'Altra Chieti al gruppo consiliare Chieti. Da Capo, vuole far chiarezza sulle iniziative organizzate dal Comune per le feste di Natale e in particolare sull'evento saltato in corso Marrucino, a cui era seguito il litigio violento in conferenza stampa fra l'assessore al Commercio Carla Di Biase e Remo Stampone dell'associazione La Forza dei diritti [IL VIDEO]. Raimondi chiede inoltre, in un'altra interrogazione, di fare chiarezza su un'eventuale fusione fra Teateservizi e Chieti Solidale. 

Sempre di decoro urbano parla l'interrogazione di Diego Ferrara (Chieti per Chieti), che chiede di prevedere una regola che obblighi i proprietari dei negozi sfitti a decorare le vetrine con pannelli e materiali che rispettano il decoro estetico dell'edificio, ad illuminare gli interni per un certo numero di ore serali con meccanismi a tempo, a pulire periodicamente le vetrine esterne e i davanzali dalla polluzione atmosferica e dalle deiezioni dei piccioni e di altri animali.

Infine, due le interrogazioni presentate da Bruno Di Paolo di Giustizia Sociale. In una, chiede le intenzioni del Comune sul servizio di asilo nido, non ancora attivato. Per Di Paolo, si tratta di

un ritardo incomprensibile e inaccettabile per decine e decine di padri e madri di famiglia interessati,

considerando anche il fatto che la domanda di iscrizioni sul sito del Comune era stata pubblicata il 1° settembre 2018, con scadenza il 26 settembre. 

. Nell'altra, mira ad avere risposte sulla riqualificazione della viabilità di bivio Brecciarola, per cui proprio il consiglio comunale, nel luglio 2016, aveva stanziato 300mila euro. Spiega sempre Di Paolo: 

Giustizia Sociale vuole conoscere le cause che, da oltre due anni, stanno marcando fortemente "la pigrizia" amministrativa della giunta comunale, palesemente e inspiegabilmente incapace di dare seguito e concretezza ai lavori di "Riqualificazione della viabilità di Bivio Brecciarola", individuati ed elencati nella mozione votata e approvata dal consiglio comunale nella seduta del 29 luglio 2016 e coperti finziariamenti dalla somma di 300mila euro, derivante dalla transazione del Comune di Chieti con la Deco spa; scoprire che fine ha fatto tale somma, se è ancora a disposizione per il sopra citato scopo o se è stata dirottato dall'amministrazione verso altri progetti;  comprendere, soprattutto, la reale volontà dell'amministrazione verso le legittime aspettative dei residenti del quartiere Brecciarola e Bivio Brecciarola.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ChietiToday è in caricamento