Giovedì, 28 Ottobre 2021
Cronaca

Salta l'evento di Natale: bagarre in Comune tra l'assessore e "l'associazione vicina all'Udc"

Scontro tra l'associazione La Forza dei diritti e l'assessore al Commercio Carla Di Biase che si difende davanti ai commercianti di corso Marrucino intervenuti durante la conferenza stampa per 'chiarire'

Cresce la polemica per il mancato evento natalizio programmato dall'associazione La Forza dei diritti. Dopo una serie di ritardi burocratici da parte degli uffici competenti e i problemi relativi allo spostamento dei mercati, all'ennesimo dubbio l'associazione che stava organizzando la manifestazione dal 7 dicembre al 6 gennaio ha annunciato con rammarico l’annullamento del Villaggio del Natale.

Questa mattina in Comune l'assessore al Commercio Carla Di Biase aveva convocato una conferenza stampa per chiarire la situazione con il presidente dell'associazione Remo Stampone, assieme all'assessore alle Manifestazioni Antonio Viola. Oltre ai giornalisti si sono presentati diversi commercianti del centro per capire cosa fosse accaduto, lamentando di non essere stati convocati dall'assessore Di Biase per definire un calendario di eventi.

"Che non si dica che l'assessore Di Biase non voglia fare l'evento di Natale - ha esordito la stessa - di questa manifestazione ero contentissima, ma non posso non rammaricarmi del modo in cui sono venuta a saperlo. Fino a dieci giorni fa non ero a conoscenza che Stampone stesse portando avanti un progetto per Natale. Quando l'ho saputo mi sono adoperata col mio ufficio per spostare i cinque mercati programmati, chiamando subito un rappresentante degli ambulanti. Ho chiesto 72 ore, mi è stato detto: io non sono più in tempo. Remo si è relazionato per un mese politicamente con il mio collega, l'assessore Viola dell'Udc, senza che lo stesso mi interpellasse. Quando l'ho saputo ho manifestato un problema di logistica, ovvero i mercati da spostare. E sarei riuscita tranquillamente a risolverlo".

L'assessore Viola ha spiegato "di aver vagliato il progetto già dall'inizio di settembre e di aver rilevato all'associazione il problema degli ambulanti" ma non è riuscito a terminare la sua dichiarazione perchè schiacciato dagli interventi della Di Biase e dai commenti di alcuni commercianti, che continuavano a inveire contro l'amministrazione comunale. "Questo sarà l'ennesimo Natale senza nulla - hanno gridato - corso Marrucino è vuoto, non c'è più nessuno. Ci avete tolto anche il Natale, fate schifo".

Mentre Di Biase cercava di portare l'attenzione sul problema, a suo dire, 'politico': "Scrivete pure che queasta manifestazione non si farà perchè ci sono dei problemi all'interno dell'Udc!".

Stampone con la sua associazione ha bocciato la richiesta di allestire un evento più breve, avendo meno tempo a disposizione. "Dopo due mesi di attesa non dò più la mia disponiblità: non faccio figure magre come le vostre - ha spiegato riferendosi al Comune - c'è stata leggerezza o malafede. Non lo sappiamo. Quel che è certo è che ormai non c'è più tempo per organizzare il grande evento che avevamo pensato per Chieti". E conclude: "Lo faremo per il Natale 2019 presentando la domanda dieci mesi prima perchè noi, a differenza di qualcuno, vogliamo veramente bene a questa città".gruppo commercianti conf sta-2

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Salta l'evento di Natale: bagarre in Comune tra l'assessore e "l'associazione vicina all'Udc"

ChietiToday è in caricamento