rotate-mobile
Calcio

Vasto ed il calcio abruzzese piangono la morte di Massimo Vecchiotti

Figura storica del calcio nostrano, da giocatore e da allenatore aveva scritto pagine importanti del pallone regionale. Si è spento a 62 anni

E' un giorno triste per lo sport abruzzese, per il calcio in particolare: all'età di 62 anni ci ha lasciati Massimo Vecchiotti, figura storica del calcio vastese e non solo. Da giocatore e da allenatore, infatti, ha scritto pagine importanti di una disciplina che ha tanto amato e che ha onorato con estrema professionalità sia con le scarpette ai piedi sia in panchina. 

Autentica bandiera della Vastese Calcio, grande protagonista in alcune delle stagioni più intense ed entusiasmanti del pallone in città e, a seguire, allenatore in diverse squadre del territorio abruzzese, dal Penne (dove ha anche militato da calciatore) al Casalbordino passando per il San Paolo Calcio Vasto, Vasto Marina (con promozione in Eccellenza nel 2011), il Francavilla e la stessa squadra di Vasto, tra le altre, era una persona apprezzatissima in tutto l'ambiente e la notizia del suo decesso sta facendo rapidamente il giro del web. Molteplici i messaggi di cordoglio di addetti ai lavori e di semplici tifosi. 

Aveva militato da giocatore anche con Lanciano, Ortona e Celano, ma è stato a Vasto, con tre campionati in biancorosso (dal 1987 a 1989 per 81 presenze e 5 reti), che aveva lasciato una traccia indelebile con le vittorie nel campionato di Promozione nel 1987-88 e di Serie D nel 1989-90 prima di guidare la stessa Vastese come trainer. Si è ora arreso ad una brutta malattia, ma il suo ricordo era e resterà indelebile. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Vasto ed il calcio abruzzese piangono la morte di Massimo Vecchiotti

ChietiToday è in caricamento