rotate-mobile
Giovedì, 23 Maggio 2024
Basket

Ruggito teatino ad Imola! La Lux Chieti Basket vince e convince

73-92 di un match perfettamente condotto in porto dai biancorossi, trascinati dal top scorer Tiberti con 20 punti e 16 rimbalzi. Ben cinque i teatinii a raggiungere la doppia cifra: con lui anche Cena 18, Suppi 11, Berra 17 e Maggio 10

Che colpo! Una Lux Chieti determinata e coriacea sfata il tabù trasferta e ritorna da Imola con i due punti in palio (73-92), pesantissimi nell'economia di questa prima parte di stagione. Il top scorer dei biancorossi è un sontuoso Tiberti (20 punti e 16 rimbalzi) ma sono ben cinque gli uomini a raggiungere la doppia cifra (Cena 18, Suppi 11, Berra 17, Maggio 10). Ai padroni di casa non bastano i 15 di un mai domo Aukstikalnis.

La gara parte con entrambe le squadre ciniche dalla lunga distanza: a Berra risponde Fazzi (3-3 dopo 1 minuto di gioco). Chieti mette il naso avanti con il duo Tiberti-Suppi, il lungo Crespi tiene Imola a contatto: dopo 3 minuti e mezzo di gioco, il risultato è di 7-10. Berra colpisce dalla lunga distanza la difesa a zona imolese, con Chieti che sta disputando un match gagliardo dalla mattonella pesante (3/5), Crespi e Aukstikalnis rimettono i padroni di casa a contatto (12-13) al giro di boa del primo quarto. Marangoni risponde a due penetrazioni consecutive di Suppi, Cena con un 2+1 riporta la Lux sul +5 (15-20) ma Imola in transizione fa male alla difesa abruzzese: a 01:28 dal primo mini intervallo, coach Aniello chiama timeout (19-20). Tiberti è on fire dalla mattonella pesante, Aukstikalnis accorcia le distanze ma la panchina imolese, non contenta di alcune decisioni arbitrali, prende 2 tecnici in meno di un minuto, con la Lux che ne approfitta anche con la tripla di Del Testa: al decimo, il parziale è di 21-28.

Corcelli realizza a cronometro fermo ma Tiberti e Maggio dalla linea della carità portano i teatini sul +9 dopo 2 minuti e mezzo di secondo quarto (22-31). Drocker e Aukstikalnis colpiscono dalla lunga distanza ma Paesano e Tiberti dalla linea della lunetta permettono alla Lux di continuare ad andare a segno: al giro di boa del secondo quarto, lo stesso Tiberti raggiunge la doppia doppia (11 punti e 12 rimbalzi), con il tabellone che recita 28-36. Sorrentino fa 1/2 a cronometro fermo e la tripla di Cena costringe coach Di Paolantonio al timeout a 3 minuti e mezzo dalla pausa lunga, con i teatini che si portano sul +10 (29-39). La precisione di Imola a cronometro fermo continua ad essere deficitaria, Cena è una sentenza dalla mattonella pesante, Chieti vola sul +12 a tre minuti da fine periodo (30-42). Martini, Marangoni e Corcelli dalla lunetta fanno rientrare Imola sul -8 ma Tiberti dalla linea della carità riporta Chieti sulla doppia cifra di vantaggio a 01:22 dall’intervallo lungo (35-45). Bresolin accorcia, Ciribeni risponde in contropiede: al ventesimo, il parziale è di 37-47.

Imola prova a colpire con attacchi in pick’n roll ben sfruttati da Fazzi e Drocker, la Lux risponde con Tiberti in transizione e la tripla di Berra: 41-52 dopo 2 minuti e 20 di quarto. Berra porta la Lux sul +13 ma un 2+1 di Marangoni permette ad Imola di tornare sul -10 dopo 3 minuti di quarto (44-54). Berra continua ad essere un fattore dall’arco, Tiberti una certezza da sotto, Aukstikalnis prova a rispondere per l’Andrea Costa: si giunge così al giro di boa del terzo periodo sul 48-64. Marangoni va a segno dalla media, la bomba di Del Testa però porta la Lux sul massimo vantaggio, con Coach Di Paolantonio che chiama timeout a 4 minuti dall’ultimo mini intervallo (50-67). Corcelli va a segno in lunetta ma la Lux dilaga: ad 1 minuto da fine quarto, i biancorossi si portano sul 52-74. Imola prova ad accorciare, la Lux però è quanto mai cinica: al trentesimo, il risultato è di 57-79.

Maggio riprende da dove aveva iniziato ma una mai doma Imola pressa a tutto campo e prova a non gettare la spugna: dopo poco più di 2 minuti di quarto, il risultato è di 61-82. Drocker colpisce dalla lunga distanza, coach Aniello non ci sta e chiama timeout dopo 3 minuti di quarto (64-82). La Lux ha tolto il piede dall’acceleratore, Imola va a segno con Crespi in contropiede: coach Aniello chiede nuovamente il minuto di sospensione a poco meno di 4 minuti dall’avvio di quarto (66-82). Imola non smette mai di crederci e, con Corcelli in versione uomo in missione, si riporta sul -13 a 04:32 dal termine della sfida (69-82). Suppi prova a suonare la carica per i suoi, questa volta è coach Di Paolantonio a chiedere timeout (69-84 a 4 dal termine). I biancorossi da qui riprendono in mano il pallino del gioco, con gli ultimi minuti che diventano di pura accademia: il tabellone al quarantesimo recita 73-92.

Il tabellino:

Andrea Costa Imola – Lux Chieti Basket 1974 (21-28; 37-47; 57-79) 73-92

Andrea Costa Imola 73: Bresolin 4, Fazzi 5, Sorrentino 4, Marangoni 12, Martini 4, Libonati NE, Ranuzzi NE, Corcelli 13. Drocker 8, Aukstikalnis 15, Ronchini NE, Crespi 8.

Lux Chieti Basket 1974: Tiberti 20, Cena 18, Suppi 11, Del Testa 8, Ciribeni 2, Masciopinto NE, Reale 0, Berra 17, Maggio 10, Paesano 6.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ruggito teatino ad Imola! La Lux Chieti Basket vince e convince

ChietiToday è in caricamento