Cronaca

Da tre mesi senza stipendio: sit-in delle guardie giurate in Prefettura

Lo sciopero dei lavoratori della società di vigilanza Aquila di Ortona che opera in tutto l'Abruzzo

Senza stipendio da luglio, con turni massacranti e senza giorni di riposo. Per questi motivi ieri le guardie giurate dipendenti della società Aquila Vigilanza di Ortona hanno scioperato e manifestato con un sit-in davanti alla Prefettura di Chieti.

Allo sciopero, organizzato dalla Filcams Cgil, hanno preso parte una trentina di lavoratori dell'istituto di vigilanza che ha circa 400 dipendenti e opera in tutto l'Abruzzo e fuori con appalti presso Asl, Regione e Tribunali.

Il sindacato denuncia un atteggiamento discriminatorio nel pagamento dei lavoratori. "Questi lavoratori - dice Lucio Cipollini, coordinatore regionale Abruzzo-Molise della Filcams Cgil - devono ancora percepire lo stipendio di luglio, alcuni agosto e quindi sono indietro di parecchi stipendi. Uno degli aspetti peggiori è che c'è un atteggiamento discriminatorio da parte dell'azienda, che distingue in base agli appalti. Lavorano tutti i giorni senza riposo e senza stipendio per garantire la sicurezza dei cittadini e lavoratori abruzzesi ma l'azienda spesso non paga e compie discriminazioni tra i propri dipendenti".

Dopo il presidio di ieri la delegazione ha ottenuto un appuntamento con il prefetto Giacomo Barbato per illustrare le problematiche dei lavoratori della vigilanza privata.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Da tre mesi senza stipendio: sit-in delle guardie giurate in Prefettura

ChietiToday è in caricamento