rotate-mobile
Mercoledì, 12 Giugno 2024
Attualità Vasto

A La vita in diretta il caso della bimba aggredita dall'animale selvatico a Vasto, il veterinario è certo: "Era un cane"

Ai microfoni della trasmissione di Rai Uno la testimonianza dei genitori della piccola, che hanno raccontato la paura di quei minuti interminabili in spiaggia

È finito all'attenzione della trasmissione del pomeriggio di Rai Uno "La vita in diretta" il caso della bimba di 4 anni aggredita da un animale selvatico nel pomeriggio di domenica, a Vasto Marina.

Ai microfoni del giornalista Ercole Rocchetti, il padre della bimba ha ricostruito i minuti interminabili che hanno segnato profondamente una giornata di festa e riposo: l'animale che si è avventato sulla bimba, la maglietta strappata, la collutazione con quello che, per loro, era un lupo, e la caduta a terra, con il terrore di non poter fare più nulla. 

"Poi - ha detto - l'ho colpito con un calcio in faccia con tutta la forza che avevo. Non voglio dire che devono essere abbattuti ma devono vivere in un ambiente consono al loro habitat".

Come registrato dalle cronache locali, subito dopo l'animale si è avventato su un altro bambino, che ha riportato solo graffi, mentre la piccola ha subìto ferite sulla schiena. "Ora - ha aggiunto il papà - la piccola sta bene, sta guarendo dalle ferite, ma ci sono quelle psicologiche. I medici hanno detto che non sono ferite di cane".

Ora, la preoccupazione già profonda è aumentata in città, dopo l'episodio di ieri sera, che ha visto coinvolta una ragazza di 24 anni.

Nello studio di Rai Uno, però, con il conduttore Alberto Matano, è intervenuto un veterinario, secondo cui l'animale che ha aggredito in questi giorni a Vasto difficilmente sarebbe un lupo. "I canini di cane sono gli stessi - ha spiegato - solo il primo molare e più robusto e più tagliente. Io ritengo sia un cane selvatico che gira da solo, perché i lupi vanno in branco. Se anche fosse un lupo, se si è spinto fino alla spiaggia è colpa dell'uomo che lo ha attirato dandogli da mangiare. Non partiamo con le doppiette, dobbiamo prima accertare di che animale si tratti". 

Dal canto loro, i genitori della bimba ferita hanno specificato di non invocare la soppressione, ma si sono rivolti alle istituzioni che, dicono, "devono fornire la protezione di cui abbiamo bisogno in quest'area".

Aggressione lupo a Vasto2

Aggressione Lupo a Vasto

In Evidenza

Potrebbe interessarti

A La vita in diretta il caso della bimba aggredita dall'animale selvatico a Vasto, il veterinario è certo: "Era un cane"

ChietiToday è in caricamento