rotate-mobile
Domenica, 5 Dicembre 2021
Politica

Facoltà in centro, 360 Gradi contraria: "Meglio potenziare i servizi agli studenti"

L'associazione universitaria perplessa sulla volontà, emersa nel corso del Consiglio Comunale straordinario, di trasferire una struttura universitaria nella parte alta della città: "Auspichiamo la realizzazione degli studentati sul colle e il miglioramento dei collegamenti con lo Scalo"

 In merito al Consiglio Comunale straordinario di oggi a Chieti col rettore Di Ilio, riguardante i futuri rapporti tra il Comune di Chieti e l'Università “G. D'Annunzio”, l’associazione universitaria “360 Gradi” esprime perplessità circa la volontà emersa di trasferire una qualsiasi struttura universitaria nella parte alta della città.

“L' unicità del Campus, punto di forza e fiore all'occhiello dell'Ateneo, non può essere messa in discussione" sottolineano gli universitari in una nota "Una struttura con pochi eguali in Italia, a disposizione dell'intera cittadinanza, sede delle strutture didattiche, amministrative e di ricerca dell'università, e allo stesso tempo di eventi culturali, verde attrezzato e spazi di socializzazione. Siamo pertanto contrari a qualsiasi ipotesi di realizzazione di nuove sedi, o di spostamenti delle strutture di corsi di laurea, dipartimenti ed uffici, nella parte alta della città. Decisioni di questo tipo non solo non risolverebbero la crisi strutturale del centro storico, ma avrebbero più effetti negativi che positivi sull'Ateneo. Occorre pensare agli studenti e non ai campanili".

Durante il Consiglio straordinario, il rettore ha anche affrontato altri argomenti quali i tagli all'università, il calo degli iscritti e la probabile cancellazione di alcuni corsi alla "d'Annunzio".

I rappresentanti di 360 occorre non nascondono che avrebbe fatto loro piacere essere invitati a discutere degli argomenti in Consiglio assieme alle altre associazioni universitarie.

Per loro, gli aspetti e i legami con la d’Annunzio da migliorare sono a monte. “Auspichiamo l'aumento di iniziative e servizi a favore degli studenti. La possibilità di realizzare degli studentati in alcune delle strutture pubbliche dismesse di Chieti alta, il miglioramento dei collegamenti dei mezzi pubblici tra lo Scalo ed il Colle, sono alcuni tra i più importanti e necessari. Deve aumentare - aggiungono -  il sostegno dell'amministrazione alle iniziative studentesche, come dimostra il caso della proficua collaborazione tra la nostra associazione e l'assessorato alle politiche giovanili del Comune, per l'organizzazione del Festival Strade Musicali che a giugno ha portato oltre 10 mila persone in tre giorni, nel Campus dell'Ateneo. Una buona pratica, che evidenzia la nostra disponibilità a collaborare e ad instaurare un dialogo con l'ente comunale, a patto di mettere da parte localismi e propaganda”.
 

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Facoltà in centro, 360 Gradi contraria: "Meglio potenziare i servizi agli studenti"

ChietiToday è in caricamento