rotate-mobile
Martedì, 30 Novembre 2021
Politica

Un Consiglio Comunale straordinario sui futuri rapporti con la d'Annunzio

La richiesta avanzata dal consigliere Emiliano Vitale: il 22 luglio col Rettore si parlerà delle azioni mettere in campo per riallacciare un rapporto con l’Ateneo che abbia effetti positivi per l’economia cittadina

Si torna a parlare del futuro dei rapporti fra la città di Chieti e l’Università “G. d’Annunzio”.

Il consigliere comunale Emiliano Vitale si è fatto promotore della richiesta di una seduta straordinaria del Consiglio Comunale che si terrà lunedì 22 luglio alle 10. Parteciperà anche il  Magnifico Rettore dell’Università, Carmine Di Ilio.

“Il Campus universitario – dice Vitale -  riveste un’importante fonte di economia indotta per la città di Chieti ma ha perso, a mio parere, un contatto diretto con tutto il territorio comunale in quanto si è accentrato esclusivamente nella parte bassa della città”.

Nell’ordine del giorno proposto dal consigliere sui futuri rapporti con l’università d’Annunzio si discuterà su quali azioni mettere in campo per riallacciare un rapporto stretto con l’Ateneo che abbia effetti positivi per l’economia cittadina e  agevoli allo stesso tempo l’immensa attività che l’Università promuove.

“In virtù delle recenti riforme - ricorda Vitale -  gli Enti locali non hanno più rappresentanza nel Consiglio di Amministrazione dell’Ateneo.

Oramai il Campus universitario ha una ben precisa identità urbanistica ed organizzativa ma ciò non toglie che, se un’amministrazione come quella guidata dal sindaco Di Primio si mette a disposizione per ricreare strutture e servizi adeguati alle moderne esigenze dell’ateneo, possano nascere nuove sinergie per una città universitaria a tutti gli effetti.

Una presenza dell’Università, in vario modo, su tutto il territorio comunale, comporterebbe anche un diverso orientamento riguardante l’adozione degli strumenti urbanistici. Uno su tutti il PRG che dovrebbe tenere in considerazione le esigenze e le potenzialità di una realtà universitaria dando anche indirizzi ad hoc come la riqualificazione dei contenitori vuoti di pregio storico-artistico”.

Uno studio di analisi su tali contenitori era già stato avviato dalla precedente amministrazione Ricci. Obiettivo  dell’attuale sindaco è riconsolidare un rapporto sinergico e strutturato con l’Università d’Annunzio.

UNIVERSITA’ L’Università degli studi "Gabriele d'Annunzio" venne istituita nel 1965 come "Libera Università" e nel 1982 è divenuta statale. Nell'anno accademico in corso ha raggiunto la soglia dei 36.000 studenti (Fonte Università per gli anni 2012-13).

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Un Consiglio Comunale straordinario sui futuri rapporti con la d'Annunzio

ChietiToday è in caricamento