rotate-mobile
Mercoledì, 26 Gennaio 2022
Politica

Raddoppio ferrovia Brecciarola, l'Udc sollecita il Comune: "Progetto pieno di criticità, esprima parere contrario"

Il partito promuove un incontro pubblico con i residenti della zona e l'amministrazione comunale, intanto è in corso la riunione tecnica con gli uffici competenti per lo studio del progetto di Rfi, che prevede la demolizione di 66 fabbricati, abitazioni comprese

Nel giorno in cui il Comune organizza una riunione tecnica preliminare sul progetto del raddoppio della ferrovia a Brecciarola, l'Udc si schiera accanto ai residenti della contrada, comunicando di voler promuovere un incontro pubblico con i cittadini, alla presenza del sindaco e degli amministratori competenti.

In una nota, la segretaria cittadina Fabiana Desiderio e il dirigente di partito Diego Costantini, già consigliere comunale, esprimono soddisfazione per l'impegno dell'amministrazione su un tema che sta sollevando non poche preoccupazioni nel quartiere. Il progetto di Rete Ferroviaria italiana, infatti, prevede la demolizione di 66 fabbricati, comprese anche abitazioni. 

E, ora, l'Udc invita l’amministrazione comunale teatina "ad attivarsi con estrema sollecitudine per avviare la conferenza dei servizi al fine di raccogliere l’unanimità di intenti contrari di tutte le amministrazioni coinvolte e dunque proporre il distaccamento della linea ferroviaria dell’area abitata con dislocazione sul tracciato dell’interporti Valpescara".

Desiderio e Costantini sottolineano quelle che reputano criticità al progetto: "L’impatto ambientale sul centro abitato (acustico e atmosferico), la compromissione urbanistica e le relative varianti al vigente Prg, il mancato inserimento di molte abitazioni/edifici che in realtà verrebbero inevitabilmente interessate dalle demolizioni, senza trovare alcuna previsione in termini di indennizzo, l’irrisorietà delle previsioni risarcitorie rispetto al valore effettivo degli immobili da demolire. Senza considerare - aggiungono - i possibili contenziosi e le conseguenti istanze di sospensione del progetto che porterebbero a un procrastinarsi dei tempi di realizzazione tale da far naufragare definitivamente l’alta velocità che, invece, costituisce una grande opportunità per il territorio, in termini di viabilità e sviluppo economico".

Per questo, sollecitano l'amministrazione guidata dal sindaco Diego Ferrara a esperimersi "con parere contrario al progetto Rfi e proponga in via alternativa che l’alta velocità si sviluppi con l’allontanamento della rete dai centri abitati, sulla linea dell’interporto Valpescarese; è altrettanto necessario che l’amministrazione comunale si adoperi nei Comuni limitrofi per l’attivazione della conferenza dei servizi e alla Regione Abruzzo sollecitando ogni e più opportuno provvedimento di sua competenza".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Raddoppio ferrovia Brecciarola, l'Udc sollecita il Comune: "Progetto pieno di criticità, esprima parere contrario"

ChietiToday è in caricamento