rotate-mobile
Attualità

Abitazioni da demolire per l'alta velocità, il Comune studia le carte: "Prima ascoltiamo i cittadini, poi proposte a Rfi"

Domani un incontro con gli uffici dell'ente che stanno valutando il progetto di raddoppio della ferrovia nel tratto di Brecciarola, dove da giorni i residenti sono in fermento per chiedere di modificare l'intervento

Il Comune di Chieti è al fianco dei cittadini di Brecciarola nella battaglia contro la demolizione di 66 fabbricati per realizzare il raddoppio della linea ferroviaria Pescara-Roma. Da qualche giorno, i residenti della contrada si stanno mobilitando, unendo le forze con i cittadini di Manoppello.

Intanto, gli uffici comunali stanno analizzando il progetto e poi incontreranno i cittadini. Per domani, il sindaco Diego Ferrara e il presidente del consiglio comunale Luigi Febo, hanno convocato il resto della giunta e gli uffici per avviare un percorso di condivisione e confronto da parte dell’amministrazione sul progetto e sulle alternative da proporre a Rfi.

I settori competenti, durante la riunione, illustreranno il percorso amministrativo da intraprendere e le criticità che riguardano il territorio cittadino. In più, l'amministrazione teatina si unirà agli altri Comuni interessati dai lavori "al fine di avere un confronto più ampio e rappresentativo del territorio con RFI e stringere i tempi per vagliare ogni alternativa possibile”.

“Una volta analizzate le carte progettuali e sentiti i cittadini - spiegano - chiederemo un incontro operativo a Rete Ferroviaria Italiana  per confrontarci sul progetto di velocizzazione della linea ferroviaria Roma-Pescara e affrontare le criticità connesse con i lotti che attraversano il territorio comunale”.

“Il Comune non è contrario a un progetto di velocizzazione della linea ferroviaria per il trasporto passeggeri - puntualizzano - ma, sicuramente, va contemperato alla conformazione attuale della città e agli interessi della cittadinanza direttamente interessata. Si tratta di un tema che riguarda Chieti e la sua gente, con la quale ci confronteremo, perché la stesura attuale del progetto tocca proprietà e abitazioni che non possono essere sacrificate, senza sforzi enormi per i proprietari. Una situazione che deve essere affrontata in tutti i suoi aspetti, non trascurabile quello ambientale e in modo trasversale, perché riguarda diversi ambiti: dai lavori pubblici, all’urbanistica, al territorio, alle attività produttive, al turismo, quindi gran parte dell’esecutivo è coinvolto".

L'amministrazione si dice vicina ai cittadini di Brecciarola e "non può non comprendere i timori di chi ha scelto di vivere in una zona alla quale già da anni vengono chiesti grandi sacrifici a causa della presenza sul territorio della discarica di Casoni. Ci consulteremo con loro e ascolteremo le istanze e le esigenze rilevate a fronte del progetto, in modo da chiedere ai progettisti un incontro e di trovare soluzioni meno impattanti sulle attività produttive, sulle proprietà e le abitazioni private che si trovano sul tracciato di quelle fin qui proposte".

Vicinanza ai cittadini arriva anche dalla deputata del Movimento 5 stelle Daniela Torto, che commenta: "Il raddoppio e la modernizzazione della linea ferroviaria Pescara-Roma è un’opera assolutamente fondamentale per un territorio come il nostro perché potrà garantire spostamenti più rapidi e sicuri per i cittadini a impatto ambientale sicuramente piú basso rispetto a quello su gomma. Allo stesso tempo però - dice - il progetto deve tenere conto del patrimonio ambientale e non chiedere importanti a cittadini e imprese di Chieti e Brecciarola. Il progetto attuale non sembra in grado di farlo e per questo bisogna ripensare sia il progetto che il tracciato. Sono vicina alla protesta dei cittadini e delle comunità locali di Chieti e Manoppello: noi siamo favorevoli alla velocizzazione soprattutto per il trasporto passeggeri verso Roma, fortemente penalizzato nel nostro territorio, ma l’opera dovrà tenere conto delle caratteristiche dell’area e delle opere già esistenti, tra cui ci sono abitazioni e attività produttive. Non si può passare sopra tutto e far finta che non esistano delle criticità”.

Il capogruppo del Movimento 5 stelle in consiglio comunale, Luca Amicone, spiega di essere già in contatto con alcuni cittadini di Brecciarola: "Sto studiando le carte - dice - ho visto qual è la situazione e concordo con loro e con l'esigenza di modificare il tracciato. Chieti non può essere di nuovo deturpata per opere che dovrebbero portare vantaggi a tutta la comunità”.

"La consultazione pubblica - concludono i due pentastellati - non deve essere solo un atto formale, ma deve incidere anche nella sostanza sulla realizzazione dell'opera. Per questo, trovo assolutamente necessario che si arrivi a trovare il giusto punto di caduta tra l'utilità dell'opera e le esigenze del territorio e dei cittadini".

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Abitazioni da demolire per l'alta velocità, il Comune studia le carte: "Prima ascoltiamo i cittadini, poi proposte a Rfi"

ChietiToday è in caricamento