rotate-mobile
Domenica, 23 Gennaio 2022
Cronaca

Neve: la tregua di Attila, inizia la conta dei danni

La nevicata attesa nella notte non c'è stata e inizia il ritorno alla normalità. Molti i disagi patiti anche ieri per i cumuli di neve rimasti sui marciapiedi e i rami caduti per strada. Vigneti danneggiati a Bucchianico, Ripa Teatina e Guardiagrele

"Attila", alla fine, s'è calmato e ha lasciato tregua alla città di Chieti, concedendo persino che facesse capolino il sole per sciogliere la neve. Nella giornata di ieri (mercoledì 27 novembre), nonostante le condizioni meteorologiche migliorate, non sono mancati disagi ai cittadini.

Per tutto il pomeriggio diverse abitazioni in zona Filippone e Tre Pini sono rimaste senza energia elettrica, dunque senza la possibilità di usare acqua calda, accendere il riscaldamento o svolgere le più normali attività.

Dopo aver pulito le strade con i mezzi spazzaneve, da ieri mattina (mercoledì 27 novembre) gli operai del comune erano al lavoro per liberare i marciapiedi, almeno gli ingressi ad uffici ed esercizi pubblici. Ma la rete viaria cittadina è enorme e non sono mancati disagi specialmente nelle zone periferiche, dove mezzi e uomini per ovvi motivi temporali arrivano solo quando l’emergenza è ormai finita o addirittura non arrivano affatto.

Come già accaduto martedì, il problema principale ieri sono stati i rami o i tronchi caduti per il peso della neve, che hanno intralciato la carreggiata ostacolando il normale scorrimento della viabilità, soprattutto in via Gran Sasso e sulla Colonnetta. Ingressi ostruiti dalla neve accumulata ai lati delle strade al Tricalle, Levante, Filippone, Madonna degli Angeli, Madonna della Vittoria.

Più favorevole la situazione neve allo Scalo, dove ad ora di pranzo la coltre bianca era quasi completamente sciolta. Resta il problema dei cumuli che rischiano di cadere nei tetti, soprattutto nella città alta, e dei marciapiedi ghiacciati. I pedoni sono costretti perlopiù a camminare sulla carreggiata, mettendo a serio rischio la propria incolumità e la circolazione.  

Non sono mancati poi rallentamenti a causa di qualche incauto che s’è messo in viaggio nonostante non fosse equipaggiato di gomme termiche o catene: le forze dell’ordine raccomandano di rispettare l’ordinanza in vigore dal 15 novembre e di usare la massima cautela in auto.

“Attila” ha fatto slittare anche le elezioni per il rinnovo del consiglio comunale dei ragazzi: inizialmente previste per lunedì 2 dicembre, le votazioni sono state spostate a giovedì 5. 

Già dalla giornata di oggi (giovedì 28 novembre) le temperature dovrebbero iniziare a rialzarsi e il rischio nevicate venire scongiurato. 

Adesso inizia la conta dei danni, con l'emergenza già lanciata da Coldiretti: il carico di neve ha creato danni da migliaia di euro specialmente a Bucchianico, Guardiagrele e Ripa Teatina.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Neve: la tregua di Attila, inizia la conta dei danni

ChietiToday è in caricamento