rotate-mobile
Giovedì, 23 Maggio 2024
Cronaca Ortona

Violenza per truffe online con postepay: 31enne arrestato a Ortona

In un'occasione l’arrestato avrebbe aggredito con calci e pugni un uomo

I carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile di Ortona hanno arrestato e trasferito nel carcere di Chieti, in esecuzione dell’ordinanza di custodia cautelare del Gip del Tribunale di Chieti su richiesta della locale Procura, un 31enne del posto.

La notte del 6 aprile scorso, una pattuglia dei carabinieri aveva fermato nel centro di Ortona un giovane di nazionalità indiana con delle gravi ferite al volto e lo aveva fatto soccorrere da un’autoambulanza del 118 che lo aveva trasportato presso il locale pronto soccorso, dove i sanitari avevano riscontrato diverse fratture e disposto il ricovero con una prognosi di 30 giorni.

I carabinieri approfondendo l’origine delle gravi lesioni hanno raccolto la testimonianza del giovane aggredito: a procurare le ferite sarebbe stato l’arrestato perché si era opposto alla sua ennesima richiesta di consegnargli soldi, documenti e la sua postepay perché sapeva che gli sarebbe servita per perpetrare delle truffe online.

Nell’occasione, al suo rifiuto, l’arrestato lo avrebbe aggredito con calci e pugni e gli aveva sbattuto la testa contro il muro per poi appropriarsi con la forza del suo portafogli ove custodiva documenti, carte elettroniche di pagamento e denaro contante. Il giovane ha poi denunciato che queste estorsioni andavano avanti da circa un anno, che non era la prima volta che lo picchiava e che oltre a lui un suo amico convivente che assisteva a causa delle precarie condizioni di salute subiva lo stesso tipo di estorsione. I carabinieri hanno raccolto, con non poca difficoltà anche questa denuncia perché l’altra vittima aveva paura delle possibili ed ulteriori ritorsioni, ma è stato tranquillizzato dagli operanti.

A conclusione delle indagini è stata delineata la grave condotta posta in essere dall’arrestato nei confronti delle due vittime; il quadro indiziario ritenuto grave dal pubblico ministero titolare delle indagini che ha richiesto ed ottenuto dal Gip la misura cautelare in carcere.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Violenza per truffe online con postepay: 31enne arrestato a Ortona

ChietiToday è in caricamento