menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Mani pulite, ma non troppo: ecco il responso della Bocca della verità della Asl

Centinaia di persone hanno verificato l'igiene delle proprie mani grazie al totem allestito negli ospedali di Chieti, Lanciano, Vasto e Ortona

Centinaia di persone si sono messe alla prova, per verificare la pulizia delle proprie mani nei totem della "Bocca della verità" allestiti questa mattina (giovedì 5 maggio) negli ospedali di Chieti, Lanciano, Ortona e Vasto dal gruppo operativo del Comitato per la lotta alle infezioni ospedaliere (Cio). 

Per verificare la pulizia, dopo aver strofinato la fluoresceina sulle mani, la lampada a raggi ultravioletti ha dato il responso. Soprattutto sul dorso erano evidenti le zone più scure, meno igienizzate, a causa di un lavaggio frettoloso. Potrebbe sembrare un problema relativo, in realtà "il lavaggio delle mani - spiega Arturo Di Girolamo, referente infettivologo del gruppo operativo Cio - si è dimostrato una delle pratiche più efficaci per la riduzione delle infezioni correlate all’assistenza, infezioni che colpiscono fino al 7%, e a volte anche oltre, i malati ricoverati nelle strutture pubbliche e private".

I medici e le infermiere del Cio hanno indossato le magliette colorate con le loro mani (letteralmente) dai bambini della Clinica pediatrica di Chieti e hanno accolto grandi e piccoli, spiegando i metodi più corretti per il lavaggio con l’acqua o con gli appositi gel e soluzioni alcoliche. Anche gli ospiti della Pediatria di Lanciano hanno realizzato un bellissimo cartellone. I bimbi in visita nei quattro ospedali hanno avuto a disposizione matite, colori e carta per esprimere i loro pensieri sul tema della giornata.

La data non è stata scelta a caso: in tutto il mondo oggi si celebra la Giornata mondiale per l’igiene delle mani, promossa dall’Organizzazione mondiale della sanità (Oms).

Il Gruppo operativo del Cio, coordinato da Ines Bianco, ha promosso l’iniziativa insieme al Gruppo delle infermiere specialiste del rischio infettivo della Asl, coordinate da Mariantonietta Pompeo e Filomena Silverj. L’Azienda sanitaria locale Lanciano Vasto Chieti è inserita nel programma "Cleaner care is safer care" dell’Oms per la promozione di cure pulite e sicure.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

È morto il notaio Giuseppe Tragnone: aveva 70 anni

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ChietiToday è in caricamento