Lida Ortona: “Finalmente i primi risultati per la tutela degli animali”

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di ChietiToday

Le prime risposte del sindaco d'Ottavio, dopo le centinaia di mail di protesta arrivate dai cittadini ortonesi e da tutta Italia agli amministratori del Comune di Ortona per chiedere l'applicazione della L.R. 47/2013 e l'istituzione delle colonie feline e le quasi 6.000 firme della petizione.

Ieri sera nel corso di un positivo incontro svoltosi in Comune tra il Sindaco, alcuni consiglieri, tra cui Tommaso D'anchini e Luigi Menicucci che con grande disponibilità si sono interessati, e i rappresentanti dell'associazione Lida di Ortona, che da anni si sta impegnando per l'applicazione di una legge che non dimentichiamolo esiste dal '99, si è discusso della recente strage di gatti e dell'applicazione delle leggi sul randagismo felino.

Il sindaco di Ortona ha individuato l'unità organizzativa che sarà preposta a seguire il buon esito delle domande di colonia felina pervenute e giacenti da anni in comune e ad attivare l'iter di riconoscimento che prevede precisi compiti tra Comune e ASL, come già avviene per gli altri comuni abruzzesi, senza alcun aggravio per il bilancio comunale.

Le potenzialità previste dalla legge non sono mai state applicate e i numeri del randagismo felino sono disastrosi tanto da portare all'esasperazione e all'intolleranza cittadini che arrivano a scacciare, abbandonare e uccidere gatti e gattini commettendo un reato.

"Il gatto libero ha il diritto di restare dove viene trovato, di essere accudito sul posto e curato. Con l'istituzione delle colonie feline i gatti randagi vengono censiti, curati, sterilizzati a cura dei servizi veterinari Asl, con il beneficio nel tempo di mettere sotto controllo le nascite e contenere la numerosità della popolazione felina" dichiara la presidente dell'Associazione " solo nel 2014 ci siamo occupati a spese dell'associazione della cura di oltre 150 gatti e gli abbandoni quest'anno sono già iniziati!".

Continua il consigliere della LIDA Laura Rapino "Nel corso dell'incontro il sindaco ci ha rinnovato la propria fiducia per la positiva gestione del canile comunale da parte dei volontari che con competenza e dedizione seguono il benessere dei cani e ne sponsorizzano l'adozione. Accogliamo con gioia l'annuncio che a breve saranno avviati i lavori di sistemazione della struttura più urgenti, nel rispetto di chi ci lavora, chi ci presta la propria opera di volontariato e dei 4 zampe che ci vivono!"

La Lega italiana dei diritti dell'animale Sezione di Ortona si occupa da ottobre 2012 del Canile comunale adoperandosi nella prevenzione del randagismo canino e degli abbandoni con un costante impegno tanto da passare da una presenza in canile di 134 cani nel 2012 agli attuali 70, con 103 cani felicemente affidati a famiglie di tutta Italia in meno di due anni e mezzo. Solo nell'ultimo mese più di 10 adozioni.

Quest'anno è aumentato notevolmente il numero degli iscritti. In canile si adoperano volontari qualificati nell'ambiente animale tra cui educatori cinofili, guardie zoofile. Nelle prossime settimane saranno avviati i nuovi progetti in canile che prevedono attività di terapia assistita dagli animali(pet therapy), collaborazione con l'Ufficio pene alternative del Tribunale di Pescara, interventi formativi nelle scuole elementari e manifestazioni di mobility dog in piazza.

Torna su
ChietiToday è in caricamento