rotate-mobile
Giovedì, 23 Maggio 2024
Scuola

I migliori atleti della Tethys Chieti raccontano agli studenti della scuola Antonelli sacrifici, gioie ed emozioni dello sport

Il tema conduttore dell'incontro è stato "Mens sana in corpore sano", titolo che prende spunto dal lavoro interdisciplinare di cittadinanza e Costituzione sul quale gli studenti stanno svolgendo un lavoro di approfondimento

Le testimonianze di giovani sportivi, che hanno raccontato il sacrificio, le ambizioni e il successo, davanti a una platea di giovanissimi. È stata una mattinata ricca di emozioni, quella di ieri, alla scuola Antonelli di Chieti Scalo, che fa parte dell'istituto comprensivo 3, dove i migliori atleti della Tethys Chieti hanno incontrato gli studenti. 

L’incontro è stato introdotto da un saluto della dirigente, Maria Assunta Michelangeli, ed è stato coordinato dal professor Gianfranco Puddu.

Il tema conduttore dell'intervento è stato "Mens sana in corpore sano", titolo che prende spunto dal lavoro interdisciplinare di cittadinanza e Costituzione sul quale gli studenti stanno svolgendo un lavoro di approfondimento.

Gli atleti, accompagnati dal professor Nicola Piro, hanno raccontato le loro esperienze, mettendo in luce il sacrificio, le ambizioni, i successi, suscitando emozione e ammirazione anche per la spontaneità con cui si sono rapportati con gli studenti.

A dispetto della giovane età, gli sportivi intervenuti vantano già risultati di livello internazionale: Martina Sciannamea è vice campionessa europea under 18 nella marcia; Serena Di Fabio detiene il record italiano nei 3000 di marcia e il titolo italiano nella marcia 3000m, inoltre rappresenterà l'Italia ai prossimi mondiali in programma ad Antalia (Turkia); Tamirat Del Prete ha conquistato la medaglia d'argento nei campionati italiani sui 1000m; Kugnojuak Cappola si è classificata terza nei 1000m ai campionati italiani, è la seconda abruzzese della storia della sua categoria a essere scesa sotto i 3 minuti dopo la teramana Gaia Sabbatini; Nando D'Agostino è il detentore del titolo mondiale e record del mondo nella marcia Fisdir; Daniel Di Giovanni è stato finalista nel lancio del giavellotto ai campionati  italiani di categoria; Jacopo Frongillo ha ottenuto la miglior prestazione abruzzese nel getto del peso categoria allievi.

Al termine delle testimonianze degli atleti, gli studenti hanno posto domande sui metodi di allenamento e sulla gestione dell'impegno sportivo anche in funzione di quelli di studio. In più, hanno sollevato curiosità sull'alimentazione degli sportivi impegnati in allenamenti spesso durissimi, facendo emergere come l'alimentazione costituisca un aspetto fondamentale della prestazione e proprio per questo vada curata e "allenata".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I migliori atleti della Tethys Chieti raccontano agli studenti della scuola Antonelli sacrifici, gioie ed emozioni dello sport

ChietiToday è in caricamento