Giro d’Italia, la 99^ edizione con la polizia stradale

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di ChietiToday

Il Giro d’Italia, giunto alla 99^ edizione, è scortato dalla Polizia Stradale sin dal 1946. La scorta dei motociclisti della Polizia Stradale per garantire la sicurezza della gara viaggia insieme al Pullman Azzurro della Polizia di Stato Stradale per le attività di educazione stradale rivolte ai più piccoli. In sei tappe del Giro, Autostrade per l’Italia premierà i poliziotti della Stradale che si sono distinti in attività di soccorso. La scorta è composta da 40 operatori di cui 26 motociclisti, 12 operatori in auto e 2 operatori a bordo di un officina meccanica mobile.

Per garantire la sicurezza del Giro verranno percorsi da ogni componente della scorta  oltre 3.500 Km., ed oltre 4.000 saranno le ore di lavoro richieste agli operatori della Polizia Stradale per assicurare il regolare svolgimento della competizione.

Al seguito del Giro anche il Pullman Azzurro della Polizia di Stato, l’aula scolastica multimediale itinerante per la sicurezza stradale, con uno staff di 9 operatori. Le attività del Pullman Azzurro in occasione del Giro d’Italia si inseriscono nell’ambito del progetto Biciscuola promosso da Rcs – La Gazzetta dello Sport e rivolto ai bambini delle scuole primarie di tutta Italia.

Infine in 5 tappe – precisamente a Ponte (BN) del 12 maggio, Firenze del 16 maggio, Modena del 18 maggio, Alpago (BL) del 21 maggio e Muggiò (MB) del 26 maggio – nell’ambito della 5^ edizione del Premio “Eroi della Sicurezza”, dedicato agli appartenenti alla Polizia Stradale che ogni giorno lavorano per garantire la massima sicurezza sulle stradale, Autostrade per l’Italia premierà i poliziotti della Stradale che si sono distinti in attività di soccorso legate ai compiti d’Istituto.

Torna su
ChietiToday è in caricamento