rotate-mobile
Cronaca San Salvo

Maltempo, il Comune di San Salvo chiede un risarcimento da 10 milioni di euro

Nel computo dei danni causati dalla pioggia del 5 marzo e dall'esondazione del torrente Buonanotte, rientrano quelli dichiarati da privati cittadini, dalle attività commerciali e produttive e quelle subite dal patrimonio pubblico

Dopo il Comune di Treglio, anche quello di San Salvo batte cassa alla Regione per riparare i danni del maltempo. E chiede 10 milioni di euro, computando in questa cifra spropositata i danni dichiarati da privati cittadini, dalle attività commerciali e produttive e quelle subite dal patrimonio pubblico. 

A creare maggiori disagi è stata soprattutto la forte pioggia del 5 marzo scorso, che ha causato l'esondazone del torrente Buonanotte. 

"Il Comune di San Salvo - spiega il sindaco Tiziana Magnacca - ha già provveduto a inviare il modulo riepilogativo, come richiesto dalla Regione Abruzzo entro il 23 marzo scorso, sul quale è stato indicato l'importo complessivo dei danni desunto dalla documentazione prodotta dai cittadini. Al momento non sono stati previsti né finanziati da alcun provvedimento statale. Si è in attesa di ulteriori ed eventuali comunicazioni dai competenti uffici regionali, che verranno prontamente segnalate".

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Maltempo, il Comune di San Salvo chiede un risarcimento da 10 milioni di euro

ChietiToday è in caricamento