rotate-mobile
Politica

Trasferimenti posti letto, il decreto approda in commissione vigilanza

Febbo promette ogni azione per verificare la legittimità del documento, Marcozzi ricorda che il Tar Lazio ha bocciato un'iniziativa simile

Dopo l’esposto di Mauro Febbo in seguito alla sua richiesta di documenti inevasa, questa mattina (mercoledì 20 gennaio), in commissione regionale di Vigilanza, è stato finalmente presentato ai consiglieri il decreto numero 4 dell’11 gennaio, ossia quello che stabilisce i trasferimenti dei posti letto di Villa Pini e Spatocco alle cliniche pescaresi Pierangeli e Villa Serena. 

“Un tragico epilogo - lo definisce il presidente di commissione Mauro Febbo - un decreto che da una prima lettura dimostra come sia stata pienamente accontentata la sanità privata, nell’ambito del trasferimento dei reparti di Chirurgia dalle cliniche private di Chieti verso quelle di Pescara e di uno sproporzionato aumento di terapia riabilitativa ma che non tiene conto di un equilibrio generale e territoriale rispetto alla sanità pubblica”. E si riserva “ogni ordine di azione penale e amministrativa” per accertare la legittima del decreto. 

Sulla stessa linea la consigliera 5 stelle Sara Marcozzi, che questa mattina ha assistito al consiglio comunale straordinario a Chieti, che accusa D’Alfonso di “un disegno di accentramento che svilisce le periferie. Un accentramento illegittimo, comunicato, ad oggi, solo a mezzo stampa”. 

La consigliera cita una sentenza del Tar del Lazio che, nel 2012, ha dichiarato illegittimi i trasferimenti di servizi fra due diverse Asl provinciali. “Sulle stesse basi - ha detto - anche in Abruzzo il Tar dovrebbe procedere all’annullamento del decreto regionale del 2016”.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Trasferimenti posti letto, il decreto approda in commissione vigilanza

ChietiToday è in caricamento