Nasce l'intergruppo comunale formato da consigliere e assessore: si occuperà di tematiche e iniziative di genere

All'idea dell'esponente del Pd Di Roberto hanno aderito tutte le donne elette e quelle nella giunta Ferrara

Al Comune di Chieti, nasce l'intergruppo "Diritti e opportunità", organismo del consiglio comunale che si occuperà di tematiche e iniziative di genere.

L'intergruppo nasce da un'idea della consigliera del Partito Democratico Barbara Di Roberto, con l'obiettivo di creare una realtà che superi il colore politico, facendo da raccordo tra consiglio ed esecutivo, per la tutela delle donne. 

Il progetto è stato presentato questa mattina, nel corso di una conferenza stampa con le consigliere teatine, le assessore della giunta Ferrara e il primo cittadino. 

“Sono contento di portare a battesimo questa, che è la prima esperienza di intergruppo a livello comunale – dice il sindaco Diego Ferrara – sono certo che sarà uno strumento di proposta e confronto, che migliorerà il modo di lavorare dentro il consiglio, perché energie e idee di cui le donne sono portatrici danno sempre un taglio pratico e risolutivo alle azioni, in questo caso, a servizio della città, vere eroine della nostra società, perché persone che si accollano i problemi di lavoro, della famiglia e anche della politica. Ringrazio la consigliera Di Roberto per aver promosso l’idea e voglio porgere il mio più sincero buon lavoro a tutte le consigliere che lo compongono”.

“Vogliamo essere promotrici in consiglio comunale di atti, delibere, azioni positive che dovranno avere riscontro sul tessuto sociale della città - afferma la consigliera del Partito Democratico Barbara Di Roberto - monitoreremo come queste attività politiche si ripercuoteranno nella vita pratica della donna. Anche se abbiamo fatto passi avanti sui diritti, ci troviamo comunque in una realtà globale in cui esistono ancora innegabili diseguaglianze. La donna è oggi lavoratrice, politica, al contempo mamma, figlia, nonna, si prende cura degli anziani, ma guadagna meno dell’uomo, ha meno accesso al mondo lavorativo, ci sono diritti che non sono ancora pienamente riconosciuti e hanno quindi necessità di tutela. Con questo gruppo, vogliamo creare un nuovo approccio, una nuova cultura nella società a partire da quella teatina: coinvolgerà anche le donne della giunta e insieme ci renderemo protagoniste con i fatti di questo percorso di cambiamento, un lavoro sulla città, ma aperto anche alla sinergia con la Commissione Pari Opportunità per un’azione inclusiva e vasta”.

Alla proposta di Di Roberto hanno aderito con entusiasmo le consigliere Carla Di Biase (Fratelli d'Italia) ed Emma Letta (Lega).

“Questa iniziativa è un atto di presenza delle donne sul territorio e un segno di grande cambiamento - afferma la consigliera di Azione politica Serena Pompilio - L’impegno femminile è su questioni che vanno oltre l’appartenenza politica e quindi l’unione trasversale di tutte le donne di consiglio e ciunta è un esempio concreto di grande cambiamento che si vuole dare alle città”.

“Il nostro ruolo attuale ci vede parte del Comune, che è l’istituzione più vicina al cittadino – aggiunge Alberta Giannini, consigliera della Sinistra per Diego - Abbiamo il dovere di partecipare attivamente e creare strumenti culturali ed economici per la salvaguardia e tutela dei diritti delle donne, partendo da quelle che sono le nostre condizioni. Ognuna è portatrice di storie di difficoltà, di disagio e può raccontarle, siamo una lettura della società di oggi. La nostra presenza qui è la sottolineatura di come questo argomento appartenga a tutti e ciò nobilita questo gruppo rispetto a un problema culturale e sociale ancora grande”.

All’intergruppo comunale donna hanno aderito tutte le consigliere elette: Barbara Di Roberto, Valentina De Luca, Alberta Giannini, Silvia Di Pasquale, Serena Pompilio, Gabriella Ianiro, Giulia Di Gregorio Porta, Carla Di Biase, Emma Letta e le assessore Chiara Zappalordo, Teresa Giammarino, Mara Maretti e Tiziana Della Penna.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • L'Abruzzo non uscirà dalla zona rossa il 4 dicembre: manca solo l'ufficialità

  • Nuove assunzioni alla De Cecco dal 2021: ecco il piano industriale

  • Abruzzo in zona rossa fino al 10 dicembre in base al decreto ma si prova ad anticipare

  • Esercenti disperati per la perdita del ponte dell’Immacolata: "Abruzzo unica regione rossa: ristori subito"

  • Sempre più frequenti i lupi in città, il veterinario: "Nessun pericolo per l'uomo, attenti agli animali domestici"

  • L'Abruzzo resta in zona rossa: proroga di una settimana, ma Marsilio spinge per misure meno restrittive

Torna su
ChietiToday è in caricamento