Giovedì, 21 Ottobre 2021
Politica

Annullate le tariffe Tari, l'opposizione si prepara a chiedere i rimborsi

I consiglieri che hanno presentato il ricorso al Tar stanno predisponendo i moduli per chiedere la restituzione delle somme pagate in eccesso. Ma non è detto che il rimborso arrivi

Prima hanno presentato un ricorso al tribunale amministrativo contro gli aumenti della tassa sui rifiuti e ora, dopo che il Tar l'ha accolto, si preparano ad affiancare i cittadini nella richiesta di rimborso. Rimborso che, però, potrebbe anche non arrivare. 

Questa mattina alcuni dei consiglieri di opposizione che hanno presentato il ricorso contro la delibera che fissava le nuove tariffe per la Tari, hanno incontrato la stampa per fare il punto della situazione. “Stiamo predisponendo un modulo per il risarcimento”, spiega Luigi Febo (Chieti per Chieti) e, qualora Teateservizi respingesse le istanze di risarcimento, presenteremo ricorso alla commissione tributaria. Questo è il vero aiuto per i cittadini: restituire tasse che non andavano pagate. E invece il sindaco - incalza - in commissione, poco fa, ha ribadito che la giunta vuole agevolare le famiglie con una riduzione di circa il 3% sulla Tari: è vergognoso come si mistifichino i fatti”.

Ora, l’opposizione sottoporrà all’attenzione delle commissioni Bilancio e Controllo e garanzia, una delibera di indirizzo per far riconoscere come debiti fuori bilancio quelli relativi alle transazioni con Formula Ambiente, che verranno poi inviate anche alla Corte dei conti e al ministero dell’Economia.

Alessandro Marzoli (Pd) sottolineata che “i problemi amministrativi vengono risolti in maniera illegittima, mettendo le mani nelle tasche dei cittadini. Ed è ancora più grave, perché non si poteva far pagare ai contribuenti il nodo arbitrario con Formula Ambiente”. Il consigliere continua a chiedere le dimissioni di Di Primio: “Il sindaco dovrebbe solo chiedere scusa e rimborsare i cittadini”. 

La consigliera Teresa Giammarino (Chieti per Chieti) solleva l’attenzione sulla perdita di residenti subita dalla città di Chieti in un anno: “Da gennaio a dicembre 2017 - spiega - sono passati da 51.114 a 50.670: un calo preoccupante”.

La sentenza che anulla le tariffe della Tari

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Annullate le tariffe Tari, l'opposizione si prepara a chiedere i rimborsi

ChietiToday è in caricamento