rotate-mobile
Sabato, 4 Febbraio 2023
Università Colle dell'Ara

La d'Annunzio celebra i 30 anni di Geologia: "Più di 3 mila gli iscritti, i nostri laureati non conoscono la disoccupazione"

Era l’anno accademico 1992/93 quando nascevano a Chieti il corso di laurea in scienze geologiche e la Facoltà di scienze naturali, fisiche e matematiche. La manifestazione celebrativa è prevista per martedì prossimo nel Campus universitario


L’università “d’Annunzio” celebra i trent’anni del corso di laurea in Scienze geologiche con una giornata di appuntamenti nell’auditorium del Rettorato, martedì 22 novembre. 

Era l’anno accademico 1992/93 quando nascevano a Chieti il corso di laurea in scienze geologiche e la Facoltà di scienze naturali, fisiche e matematiche. In trent’anni più di 3mila studenti si sono iscritti al corso di laurea, circa 750 i laureati del vecchio ordinamento e della attuale magistrale, più di 1400 i laureati totali comprendendo anche la laurea triennale. A fornire i dati, che sono in linea con quelli nazionali, è il professor Mario Luigi Rainone, coordinatore del comitato organizzatore del trentennale. “Negli ultimi anni abbiamo assistito, anche a livello nazionale, ad una progressiva diminuzione nel numero degli iscritti. Ma - precisa il docente - i nostri laureati non conoscono la disoccupazione”.

La manifestazione celebrativa è prevista per martedì prossimo dalle 9,30 nel Campus universitario di Chieti ed è organizzata in collaborazione con l’Ordine dei geologi della Regione Abruzzo. 

La giornata inizierà con i saluti istituzionali, tra i quali quelli del “padre fondatore”, il professor Uberto Crescenti, ex-rettore e oggi professore emerito della “d’Annunzio”, e vedrà la presenza di nomi importanti della Geologia italiana, come il presidente dell’Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia, professor Carlo Doglioni, il presidente della Società Geologica Italiana, professor Sandro Conticelli, il presidente del Consiglio nazionale dei geologi, dottor Francesco Violo, l’ex-Senatore Ruggiero Quarto, già docente di Geofisica applicata all’università di Bari e il professor Marco Petitta, vice presidente della sezione italiana dell’associazione internazionale degli idrogeologi. Verrà dato spazio anche ai geologi che operano nel mondo delle imprese. Nel pomeriggio è prevista la tavola rotonda “Studiare all’Ud’A e poi…”  alla quale parteciperanno alcuni ex laureati della “d’Annunzio”, seguirà la premiazione dei migliori poster prodotti da laureandi e laureati sulle attività di ricerca che li hanno visti coinvolti.

“Fortemente voluto, realizzato e sostenuto dall’allora rettore Uberto Crescenti, il corso di laurea in scienze geologiche ha rappresentato e rappresenta ancora un punto di riferimento importante per le discipline delle Scienze della terra nel nostro Paese” ricorda il professor Mario Luigi Rainone.

Nella giornata del trentennale saranno anche premiati i vincitori del photo contest “La Geologia intorno a te”: le 12 immagini scelte saranno  riprodotte nel calendario 2023 edito dall’Ordine regionale dei geologi d’Abruzzo.

“Questa giornata di celebrazione - conclude il professore - è anche occasione per dare rinnovata visibilità ad un offerta formativa che prepara tecnici e ricercatori nel campo delle Scienze della terra sempre più centrale per affrontare correttamente le complesse problematiche ambientali sempre presenti e preoccupanti: i cambiamenti climatici, la ricerca di fonti energetiche e di materie prime, la ricerca e salvaguardia delle acque superficiali e sotterranee, la prevenzione e difesa dai fenomeni naturali  come frane, alluvioni, terremoti”.

Locandina - 30° Anniversario Geologia

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La d'Annunzio celebra i 30 anni di Geologia: "Più di 3 mila gli iscritti, i nostri laureati non conoscono la disoccupazione"

ChietiToday è in caricamento