Alla casa circondariale di Chieti la presentazione del primo numero di In carta libera

Il progetto della onlus Voci di dentro finanziato dalla Regione Abruzzo prevede una redazione composta da detenuti, giornalisti, studenti, educatori, mediatori e volontari

Sarà presentato domani, giovedì 9 gennaio, alle ore 15, nella casa circondariale di Chieti il primo numero di In carta libera: il fascicolo di otto pagine inserito all’interno della rivista Voci di dentro.

Un progetto della onlus Voci di dentro finanziato dalla Regione Abruzzo. "Si tratta di un “percorso integrato di in-formazione e giornalismo sociale - spiegano i volontari dell'associazione che dal 2008 opera nelle carceri abruzesi - attraverso laboratori di scrittura e giornalismo, informatica e webjournalism, grafica editoriale, fotografia e video si vuole fornire opportunità di formazione professionale e sociale a persone in stato di disagio/devianza".

Alla presentazione sara presente la redazione giornalistica composta da detenuti, giornalisti professionisti, studenti, educatori, mediatori e volontari di Voci di dentro che operano nelle Case circondariali di Chieti e Pescara. Oltre alle persone detenute, collaborano al progetto di Voci di dentro l’ITC Galiani-De Stelich, il Liceo GB Vico, l’Uepe, l’associazione Granello di Senape Padova, le CaseCircondariali di Chieti e Pescara.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Rimborsi affitti universitari: pubblicato l'avviso pubblico per gli studenti abruzzesi fuori sede

  • Covid-19, la “d’Annunzio” pronta a vaccinare trentamila persone

  • Vaccini e tamponi alla "d'Annunzio": l'università di Chieti in prima linea contro il Covid-19

  • Nelle scuole di Chieti e provincia 379 casi positivi: i dati del Dipartimento Prevenzione

  • Scuole aperte d’estate e nei weekend: la proposta di Draghi per il recupero della didattica in presenza

  • Diventare assistente di lingua italiana all’estero: requisiti e come candidarsi

Torna su
ChietiToday è in caricamento