menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Lavoratore licenziato alla Tasso, l'azienda: "Reintegrato subito dopo le sentenze"

Dopo il caso sollevato dalla Fiom, l'azienda di Atessa specifica che il licenziamento era scattato dopo che, durante un periodo di malattia, l'uomo era stato sorpreso a svolgere attività lavorativa in proprio

"Il lavoratore è stato licenziato in quanto sorpreso a svolgere attività lavorativa in proprio durante un periodo di assenza dal lavoro per malattia". Così la Tasso di Atessa spiega la vicenda, sollevata qualche giorno fa dalla Fiom, dell'ex dipendente che non sarebbe stato reintegrato dopo tre sentenze che giudicavano il licenziamento illegittimo

L'azienda di Atessa spiega che queste affermazioni non rispondono al vero e puntualizza che "sia il tribunale di Lanciano che la Corte d'Appello hanno sancito che la condotta tenuta dal lavoratore era meritevole di sanzione disciplinare, in quanto contraria ai principi di correttezza e buona fede".

E ancora: "Non risponde assolutamente al vero che la Tasso s.r.l. non avrebbe rispettato la sentenza resa dal Tribunale di Lanciano, dal momento che il lavoratore è stato immediatamente reintegrato nel proprio posto di lavoro".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

È morto il notaio Giuseppe Tragnone: aveva 70 anni

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ChietiToday è in caricamento