rotate-mobile
Venerdì, 14 Giugno 2024
Economia

"L'azienda vuole spostare la produzione": mobilitazione e sciopero alla Dayco

Sindacati e i 329 lavoratori sul piede di guerra dopo la notizia dello spostamento di una parte della produzione in Veneto e non bastano le rassicurazioni dei vertici aziendali

Mobilitazione in corso nello stabilimento Dayco di Chieti Scalo, azienda leader mondiale nella produzione di cinghie di distribuzione. I 329 lavoratori sono sul piede di guerra dopo la notizia dello spostamento di una parte della produzione in Veneto. Per questo, dopo due giorni di sciopero, martedì e mercoledì, incroceranno nuovamente le braccia anche lunedì e martedì della prossima settimana.

Il timore che serpeggia fra sindacati e lavoratori, infatti, nonostante le rassicurazioni che arrivano dai vertici, è che questo sia solo l'inizio di una delocalizzazione più consistente e definitiva. 

L'azienda, dal canto suo, ha assicurato che si tratta di una iniziativa mirata a evitare il blocco totale della produzione in caso di imprevisti o calamità naturali che dovessero coinvolgere lo stabilimento teatino, e che i livelli occupazionali non saranno intaccati. 

Ma il malumore fra i dipendenti è crescente, soprattutto perché, negli anni, sono state numerose le delocalizzazioni paventate, smentite e poi tristemente realizzate nella zona industriale dello Scalo. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"L'azienda vuole spostare la produzione": mobilitazione e sciopero alla Dayco

ChietiToday è in caricamento