Venerdì, 19 Luglio 2024
Economia Atessa

In crescita la produzione Stellantis nel terzo trimestre 2023: ad Atessa in un anno +9,8% di veicoli commerciali

La Fim Cisl fotografa i dati positivi della produzione nello stabilimento dei veicoli leggeri. Il segretario Uliano: "Atessa deve continuare a mantenere la leadership nei veicoli commerciali nell'intero gruppo"

Cresce la produzione Stellantis nei primi nove mesi del 2023. Rispetto al 2022, si registra un dato positivo del +10,12%, confermando così l’inversione di tendenza già riscontrata nel 1° semestre. La fotografia arriva dalla Fim-Cisl.

Nello specifico nei primi nove mesi del 2023 sono state prodotte, tra autovetture e furgoni commerciali, 567.525 unità contro le 515.380 del 2022. La produzione di autovetture segna un +10,3%, pari a 400.675 e quello relativo ai veicoli commerciali segna un aumento del +9,8%, in termini di volumi pari ad un incremento di +14.850 veicoli commerciali, confermando il dato in crescita già rilevato nel primo semestre rispetto ad un inizio anno negativo. La situazione sta migliorando in particolare per una riduzione degli stop produttivi per la mancanza di materiali, che invece aveva caratterizzato il 2022.

La produzione non è ancora riuscita ad arrivare ai valori raggiunti nel periodo pre-covid del 2019 (-10 %): per le auto si riscontra un sostanziale avvicinamento (-2,3%), mentre per le produzioni dei veicoli commerciali siamo -24,6%. La situazione sta migliorando sul lato produttivo rispetto al 2022. In particolare sono in forte riduzione i problemi derivanti dalla mancanza di materiali che hanno caratterizzato i precedenti due anni e le produzioni degli ultimi modelli potrebbero portare le produzioni a fine anno, intorno alle 730.000 unità di cui circa 510.00 autovetture.

Plant di Atessa

La produzione nei veicoli commerciali nello stabilimento di Atessa raggiunge al 3° trimestre 2023 la quota di 166.850 unità, con un risultato in crescita rispetto al 2022 del +9,8%, invertendo il dato negativo riscontrato nei primi mesi dell’anno. La situazione dei fermi produttivi per mancanza di materiale aveva condizionato fortemente i risultati produttivi nell’anno precedente. Nel 2023 gli stop produttivi sono stati complessivamente meno, 13 giorni in gran parte concentrati nel 1° trimestre. La situazione sul lato fornitura ora sembra quasi completamente risolta, questo determinerà una crescita in termini di volumi e potrebbe portare lo stabilimento a chiudere l’anno intorno alle 230.000 unità.

Nello stabilimento di Atessa ormai dalla fine del 2021 si producono, oltre ai veicoli commerciali di Fiat e Psa, anche i veicoli Opel e Vauxall e dal 2024 dovrebbero partire anche i veicoli commerciali di Toyota. “Nel Piano Stellantis è stata costituita un’area specifica del business dei veicoli commerciali, per noi questo deve rappresentare un chiaro segnale di rafforzamento sia di investimenti che di volumi in particolare per lo stabilimento di Atessa”, sottolinea il segretario nazionale Fim Cisl, Ferdinando Uliano, “Lo stabilimento di Atessa deve continuare a mantenere la leadership nei veicoli commerciali anche nel gruppo Stellantis, pertanto a protezione della produzione italiana continueremo a presidiare e verificare con attenzione gli equilibri produttivi interni al gruppo”.

Positiva viene giudicata la prospettata crescita produttiva giornaliera che comporterà un incremento occupazionale, al momento temporaneo, di circa 220 unità tra nuovi ingressi e con eventuali trasferte da altri plant. “In questi giorni sono stati presi in carico circa 100 lavoratori con contratto di somministrazione. Nel corso del mese di settembre sono stati stabilizzati con contratti Stellantis a tempo indeterminato 40 dei 180 lavoratori in staff leasing. Continueremo nella nostra azione per cercare di ottenere in futuro altre stabilizzazioni, nonostante le contrarietà che incontriamo da Parigi”, dice ancora Uliano.

Piano industriale

Per Atessa confermato l’accordo con Toyota sui veicoli commerciali che avrà impatti positivi sui veicoli commerciali di Atessa a partire dal 2024, unitamente alle nuove versioni con motorizzazioni elettriche che verranno sempre di più sviluppate.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

In crescita la produzione Stellantis nel terzo trimestre 2023: ad Atessa in un anno +9,8% di veicoli commerciali
ChietiToday è in caricamento