menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
foto Leonardo company

foto Leonardo company

L'altra faccia del Covid-19: false mappe, frodi e messaggi ingannevoli. L'allarme in un report degli esperti di Leonardo

La società di Chieti ha diffuso il report intitolato "Analisi delle minacce cibernetiche a tema Covid-19" sull’evoluzione dei rischi online legati all'emergenza sanitaria

I cyber-criminali si moltiplicano durante l’emergenza coronavirus: nel mirino finiscono case farmaceutiche, strutture sanitarie, raccolte fondi. A lanciare l’allarme è uno studio della Leonardo, società di Chieti leader nel settore aerospazio, difesa e sicurezza, che in un report pubblicato in questi giorni analizza l’evoluzione delle minacce cibernetiche legate all’emergenza sanitaria derivante dalla diffusione del Covid-19.

Nell’analisi effettuata dal Security Operation Center (SOC) di Leonardo viene rilevata la diffusione di “numerose campagne malevole contenenti riferimenti al Covid-19  in varie declinazioni, attribuibili sia a singoli hacker sia a più evoluti gruppi organizzati, perpetrate con diverse tattiche e diverse tipologie di malware”.

False mappe sulla diffusione del virus, e-mail ingannevoli da falsi esperti e medici, frodi nelle raccolte di fondi online sono alcuni dei crimini informatici commessi cavalcando l'emergenza Covid-19: le più esposte sono le aziende con una "superficie d'attacco" ampliata e resa più fragile dallo smart working, ma anche l'industria farmaceutica e i sistemi informatici delle strutture medico-sanitarie resi più fragili dal carico di lavoro.

Soltanto nei due mesi fino a 25 marzo 2020 i 'Security Operation Centres' di Leonardo, da Chieti e da Bristol, hanno contato 230.000 campagne di malspam a tema coronavirus in tutto il mondo, di cui il 6% destinato all'Italia. 

Nel report vegono presentati la relazione esistente tra l’espandersi dell’infezione e la crescita degli attacchi informatici, un approfondimento sulle campagne malevoli in atto e sui principali attori coinvolti nonché le previsioni di Leonardo sull’evoluzione di tale scenario: l’obiettivo è aiutare aziende, istituzioni e organizzazioni ad acquisire una maggiore consapevolezza della situazione per migliorare la loro sicurezza.

Per questo dal 6 aprile Leonardo ha offerto già a una settantina di aziende un servizio di "Threat Intelligence" per migliorare difesa informatica, la consapevolezza della minaccia e la formazione in ambito cyber. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

È scomparso a 30 anni l'imprenditore della movida Ivan Vaccaro

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ChietiToday è in caricamento