rotate-mobile
Economia

Consorzio Cineca: accordo specifico per i lavoratori dell'università di Chieti

A livello nazionale la Cgil annuncia il rinnovo dell'accordo integrativo per oltre 900 lavoratori

È stato sottoscritto lunedì scorso, da Filcams Cgil, Fisascat Cisl e Uiltucs, l'accordo riguardante i lavoratori del consorzio Cineca che assume una particolare rilevanza poiché mette ordine nel frammentato quadro di riferimento aziendale.

Infatti, i dipendenti, distribuiti nelle sedi di Bologna, Roma, Milano, Napoli e Chieti, erano inquadrati in due diversi contratti nazionali e due distinti contratti aziendali. Inoltre, una fetta consistente di lavoratori, circa 300 non aveva copertura della contrattazione aziendale.

Ora esiste un unico contratto integrativo aziendale, con la sola eccezione della sede di Chieti: per la sua peculiarità è stato previsto un accordo specifico che norma l’organizzazione del lavoro e lo smart working.

La FILCAMS CGIL di Chieti sottolinea l’impegno degli oltre 160 lavoratrici e lavoratori Cineca presso l’Università D’Annunzio e la sensibilità dimostrata dalla stessa struttura dell’Università, elementi fondamentali per l’esito positivo della vertenza.

Il CINECA è un consorzio interuniversitario italiano senza scopo di lucro, cui aderiscono 69 università italiane, 2 Ministeri, 27 Istituzioni pubbliche Nazionali. La sede principale è a Casalecchio di Reno ed ha sedi a Milano, Roma, Napoli e Chieti.

È stato profuso fatto un grande sforzo contrattuale tra le diverse sedi e i diversi comparti (metalmeccanici e commercio) per portare in un unico contratto nazionale (Terziario) e in un solo contratto aziendale l’insieme dei lavoratori. Un’operazione di grande valore politico, che offre garanzie omogenee all’interno del consorzio universitario, grazie alla disponibilità e all’approccio solidale che tutta la delegazione sindacale ha messo in atto.
I temi più rilevanti normati sono lo smart working, il premio di risultato, le flessibilità organizzative e il welfare aziendale, per un accordo che valorizza la professionalità degli addetti e alla loro capacità di raggiungere risultati individuali e collettivi nell’ottica di regole condivise e benefici comuni.
Il sistema premiante e l’organizzazione del lavoro, sono le due leve sulle quali le parti hanno deciso di impostare le sfide che il Consorzio e i lavoratori dovranno affrontare nei prossimi anni. Consorzio che, tra l'altro, si propone di offrire svariati servizi alle università italiane, compresi strumenti indispensabili al lavoro di ricerca come il Supercomputer “Leonardo”, eccellenza italiana riconosciuta a livello internazionale.
Le assemblee dei lavoratori hanno approvato ad ampissima maggioranza il risultato della discussione contrattuale, e il testo di contratto integrativo sottoscritto.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Consorzio Cineca: accordo specifico per i lavoratori dell'università di Chieti

ChietiToday è in caricamento