rotate-mobile
Economia

Con l’Abruzzo che piace sempre più agli americani cala il sipario sulla Bit di Milano [FOTO]

La terza giornata con il nuovo portale turistico di Roseto degli Abruzzi e con il turismo nei parchi. E ancora: ventricina vastese e spumanti Abruzzo doc Trabocco per un abbinamento vincente

L'Abruzzo piace sempre più agli americani, ma anche gli italiani riscoprono l'interesse per una gita tra parchi, borghi e la costa dei trabocchi. Si chiude con queste certezze la presenza della Regione alla Borsa italiana del turismo di Milano, tra la soddisfazione degli enti organizzatori e degli operatori turistici impegnati all’interno dello stand Abruzzo a proporre un’offerta diversificata, dai cammini al wedding, dai borghi alla vacanza attiva, dagli eventi culturali al cicloturismo.

Gli appuntamenti dell'ultima giornata hanno visto protagonisti il Comune di Roseto degli Abruzzi che ha presentato il suo nuovo portale turistico, il crescente interesse verso le aree protette della zona, fino al brindisi conclusivo con l’evento organizzato dall’Accademia della ventricina vastese e dal Consorzio di tutela vini d’Abruzzo che hanno coinvolto i partecipanti nella ricerca dell’abbinamento perfetto del buonissimo salume tipico delle colline del vastese con gli spumanti Abruzzo Ddc “Trabocco”, il progetto vitivinicolo di filiera completa che sta affermando la nostra regione anche nell’affascinante mondo delle bollicine ma con un’identità caratterizzata dall’utilizzo di vitigni autoctoni vinificati e spumantizzati all’interno del territorio regionale.

“I dati emersi ascoltando gli operatori presenti in Bit – ha rivelato l’assessore al Turismo Daniele D’Amario – hanno evidenziato per l’Abruzzo un importante trend di crescita che ha portato al contatto con oltre 100 tour operatorche hanno trovato pacchetti decisamente attrattivi e un’organizzazione e una preparazione in grado di facilitare l’incontro e lo sviluppo degli accordi. Di questo devo ringraziare il lavoro fatto dalla nostra struttura e dalle due camere di cCommercio con le quali lavoreremo anche per formare e accompagnare le nostre aziende nelle fiere. Grande novità di quest’anno – ha aggiunto D’Amario – è rappresentata dal mercato americano, finalmente convinto che l’Abruzzo possa rappresentare un nuovo territorio da scoprire e che, anche rispetto ad altre regioni competitor, è in grado di offrire soluzioni per un turismo di continuità: negli ultimi anni sono stati molti gli americani che, seguendo l’esempio degli inglesi, hanno acquistato case in Abruzzo e abbiamo preso parte anche a Dream of Italy, un programma televisivo  importante del settore del turismo con una puntata di 40 minuti dedicata agli expat che hanno raccontato come l’Abruzzo sia una regione molto bella dove poter trascorrere vacanze in tranquillità e a costi molto accessibili. Quello americano è un mercato destinato a crescere rapidamente e per questo dobbiamo lavorare per facilitare i collegamenti e sull’organizzazione dei servizi. Noi non siamo una destinazione da grandi tour operator a causa della mancanza di grandi strutture ed è per questo dobbiamo migliorare sempre più le opportunità per un turismo esperenziale, lento, ecologico e destagionalizzato. Il nostro target sono i gruppi medio-piccoli, interessati a instaurare un rapporto con le persone e in generale a vivere un’esperienza autentica con il territorio, tra natura ed enogastronomia che rappresentano le principali motivazioni di viaggio”.

Sembra anche essere tornato l'interesse da parte del mercato svizzero che in parte sceglie il mare e in parte è affascinato dalle tradizioni delle aree interne, attualmente al secondo posto dopo i tedeschi, mentre si conferma costante l’attrazione degli inglesi per le nostre colline. Buone tendenze per i belgi così si riscontra un rinnovato interesse da parte di operatori norvegesi. Il prodotto che attualmente piace di più in assoluto è la natura e i borghi seguiti dal mare con un’offerta diversificata tra la spiaggia per le famiglie e la vacanza più dinamica con la costa dei trabocchi.

Anche gli italiani hanno riscoperto molto l’Abruzzo: si registra un ritorno molto forte della Lombardia e si riaffaccia il Veneto, due mercati importanti  dopo quello laziale che invece oggi chiede pacchetti esperienza da consumare in poco tempo, tra ciaspolata, in bici, itinerari e cammini, escursioni in canoa, a conferma come a guidare le scelte sia sempre più uno stretto rapporto con la natura, insieme alla tranquillità e all’accessibilità economica.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Con l’Abruzzo che piace sempre più agli americani cala il sipario sulla Bit di Milano [FOTO]

ChietiToday è in caricamento