rotate-mobile
Cronaca Lanciano

Sospese le ricerche di Tommaso Di Battista, scomparso a Lanciano da 12 giorni

Su disposizione della prefettura i vigili del fuoco hanno lasciato contrada Rizzacorno. Del 72enne si sono perse le tracce da sabato 12 agosto, mai utilizzato in questi giorni il bancomat che ha con sé

Sono state sospese le ricerche di Tommaso Di Battista, il 72enne ex dipendente della Sevel. Martedì sera il campo mobile dei vigili del fuoco ha lasciato la postazione di contrada Rizzacorno e dal giorno successivo, su disposizione della prefettura di Chieti, le ricerche non sono riprese.

Quello di Di Battista è un mistero che dura da 12 giorni, tanti quanti sono trascorsi dall'ultima volta che la moglie lo ha visto, la notte tra sabato 12 e domenica 13 agosto.

I due erano tornati da un viaggio a Caserta, dai parenti della donna, e sono andati a dormire, ognuno nella propria abitazione. Il 72enne, infatti, dorme in un edificio rustico, vicino all'abitazione di moglie e figli.

In questi giorni tutta la zona attorno casa, e fino al confine con i comuni limitrofi, è stata perlustrata. I vigili del fuoco sono intervenuti con droni ed elicottero con camera termina, sommozzatori e fluviali per ispezionare anche laghi, pozzi e invasi artificiali. Alle ricerche hanno partecipato anche i volontari della Protezione civile, con le unità cinofile del gruppo Ana di Atessa.

In parallelo i carabinieri di Lanciano hanno condotto indagini e accertamenti. Da questi sarebbe emerso che il bancomat portato con sé da Di Battista non è stato mai utilizzato in questi giorni. Il pensionato sembra svanito nel nulla.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sospese le ricerche di Tommaso Di Battista, scomparso a Lanciano da 12 giorni

ChietiToday è in caricamento