menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Thales: arriva il nuovo ad, si aprono spiragli per il futuro dello stabilimento teatino

I rappresentanti sindacali hanno incontrato a Firenze il nuovo amministratore Govigli, che ha dichiarato piani di rilancio per la multinazionale in Italia, con nuovi investimenti e un aumento del fatturato. Entro 4 mesi il piano industriale, poi verrà a Chieti

Si apre uno spiraglio di speranza per il futuro dei 100 lavoratori della Thales di Chieti. Ieri mattina (martedì 24 febbraio) i delegati sindacali dell’azienda, insieme al segretario provinciale Fiom Cgil Davide Labbrozzi, hanno incontrato il nuovo amministratore delegato di Thales Italia, Ugo Govigli nella sede fiorentina di Confindustria.

Govigli non ha accennato alla volontà di chiudere la sede di via Enrico Mattei, ipotesi paventata da mesi e mai smentita dalla proprietà, ma ha dichiarato di voler rilanciare Thales Italia, con l’obiettivo di invertire il trend negativo e aumentare il fatturato in tutti i comparti

Entro i prossimi 4 mesi, stando a quanto annunciato ieri dal nuovo ad, sarà pronto il nuovo piano industriale, che chiarirà definitivamente i piani destinati al futuro della sede teatina. Poi, Govigli verrà a Chieti, una volta presa visione della situazione italiana della multinazionale francese. I sindacati, dal canto loro, hanno chiesto nuovi investimenti e assunzioni per un gruppo che da anni ha visto precipitare il numero dei dipendenti a causa di ridimensionamenti e mobilità.

L’incontro è stato soltanto interlocutorio, ma, stando alle impressioni dei delegati sindacali, apre prospettive positive mai toccate negli ultimi mesi. L’allerta dei lavoratori, comunque, rimane alta. In costante contatto con il vicepresidente della Regione Giovanni Lolli, si sono rivolti alle istituzioni a tutti i livelli per tutelare i loro posti di lavoro.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

È scomparso a 30 anni l'imprenditore della movida Ivan Vaccaro

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ChietiToday è in caricamento