rotate-mobile
Giovedì, 23 Maggio 2024
Cronaca Chieti Scalo

La polizia sequestra discoteca a Chieti Scalo: "Il locale è sprovvisto della licenza di pubblico spettacolo"

Il blitz è scattato in viale Benedetto Croce. Denunciato il titolare

Blitz della polizia nella notte tra sabato e domenica a Chieti Scalo. Una discoteca è stata chiusa con un'ordinanza perchè "sprovvista di licenza di pubblico spettacolo".

L'intervento da parte della polizia amministrativa coadiuvata dal Servizio igiene della Asl e l'Ispettorato territoriale del lavoro è avvenuto poco dopo la mezzanotte in viale Benedetto Croce.

Denunciato il titolare per "apertura abusiva di di luoghi di pubblico spettacolo".

I controlli, "mirati - si legge nella nota della questura - ad arginare il fenomeno della cosidetta "malamovida" che negli ultimi tempi si è registrato nella zona di Chieti Scalo, sono stati effettuati con l’impiego di diverse pattuglie che hanno controllato 130 persone e 35 veicoli. Inoltre, sono stati sottoposti a controllo tre locali pubblici di cui uno che, sebbene formalmente fosse un pub, e in quanto tale somministrava alimenti e bevande con una regolare autorizzazione del comune, in realtà svolgeva vera e propria attività di pubblico spettacolo attraverso l’organizzazione di eventi musicali, feste, disco bar ed altre attività di intrattenimento, senza alcuna autorizzazione.

A smascherare l’attività esercitata abusivamente sono stati gli uomini della polizia amministrativa della questura che, attraverso il monitoraggio di siti web e profili social, hanno scoperto che in quel locale non ci si limitava alla preparazione di drinks e cocktails, ma si offrivano serata danzanti come se si trattasse di una vera e propria discoteca organizzata con impianti di luci e di filodiffusione.

Dai numerosi filmati presenti in rete, è stata accertata la programmazione e la realizzazione di più spettacoli, pubblicizzati tramite pagine Facebook e Instagram, in cui si parlava di serate ed eventi musicali, con una ripetitività tale da escludere la occasionalità e la temporaneità degli intrattenimenti, con la presenza di DJ di grido che hanno richiamato centinaia di ragazzi, anche molto giovani.

Il tutto avveniva eludendo la rigida normativa vigente in maniera di sicurezza dei pubblici spettacoli e in assenza della licenza di agibilità della Commissione di vigilanza comunale. Si tratta di norme particolarmente importanti poste a presidio della sicurezza degli avventori, tese a scongiurare che si possano verificare incendi, crolli o altre situazioni pericolose.

Quest’ultima attività di controllo è stata svolta con il supporto dell’Ispettorato territoriale del lavoro di Chieti-Pescara e del Servizio igiene degli alimenti e della nutrizione della Asl".

Sono in corso ulteriori verifiche sulla posizione di un lavoratore del locale che sarebbe risultato non in regola, e sul mancato adempimento di alcune prescrizioni in materia di preparazione degli alimenti e di conformità delle uscite di sicurezza.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La polizia sequestra discoteca a Chieti Scalo: "Il locale è sprovvisto della licenza di pubblico spettacolo"

ChietiToday è in caricamento