menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Accoltellano un ragazzo davanti al Bross, denunciato il terzo complice: è un minorenne

Era fuggito dopo l'episodio in viale Benedetto Croce, a cui era seguito un grave incidente stradale in via Papa Giovanni

La Squadra Mobile della Questura di Chieti, dopo un’articolata attività investigativa, è riuscita a identificare e a deferire all’Autorità Giudiziaria il terzo componente del gruppo che la notte del 26 febbraio scorso accoltellò Christian Cipressi, 24enne teatino, colpito nei pressi del locale Bross in viale Benedetto Croce in quello che sembrava un sabato sera come tanti altri.

Si tratta di un minore, classe 2001. A lui la polizia è arrivata concentrandosi, oltre che su numerose testimonianze - sul posto al momento del fatto c’erano circa 300 persone - e individuazioni fotografiche, su una attenta ricostruzione dei fatti attraverso il monitoraggio di diverse utenze di telefonia mobile che, durante la notte del tentato omicidio e nei giorni a seguire, risultavano agganciare le celle telefoniche delle zone interessate dalle indagini.

I FATTI

Quella sera a Chieti Scalo al momento dell’aggressione il giovane ferito era in compagnia della fidanzata. L’allarme venne dato con una telefonata al 113. I tre aggressori, con accento campano, subito dopo fuggirono in auto per poi schiantarsi in via Papa Giovanni, sfondando la ringhiera di un palazzo e finendo nel sotto strada. Nell’impatto due rimasero feriti, uno gravemente. Il terzo elemento, identificato oggi dalla polizia, era invece fuggito subito dopo l'incidente. Cipressi invece finì in opsedale riportando  ferite alla mano e al torace.
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Amaretti abruzzesi: cosa sono e la ricetta per prepararli

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ChietiToday è in caricamento