menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Uccise la padrona di casa a Francavilla: udienza rinviata al 15 novembre

Monia Di Domenico venne uccisa l'11 gennaio scorso mentre andava a riscuotere l'affitto nell'appartamento di via Monte Sirente dove c'era Giovanni Iacone

E’ stata rinviata al prossimo 15 novembre, per consentire alla difesa di produrre documentazione, l’udienza davanti al gup del tribunale di Chieti Isabella Allieri che dovrà decidere se disporre il rito abbreviato condizionato nei confronti di Giovani Iacone, il 49enne che l’11 gennaio scorso, a Francavilla al Mare, uccise Monia Di Domenico, psicologa di 45 anni. Il 15 novembre il giudice dovrà decidere se disporre la perizia psichiatrica chiesta dal difensore dell’imputato, l’avvocato Emanuela De Amicis. I genitori della vittima, assistiti dall’avvocato Giuliano Milia, si sono costituiti parte civile.

Secondo l’accusa, la donna, che aveva dato in affitto a Iacone un appartamento a Francavilla al Mare e si era recata da lui per riscuotere 740 euro, fu ripetutamente colpita alla testa e al volto.

Iacone è accusato di omicidio volontario aggravato; nei suoi confronti la Procura aveva chiesto il giudizio immediato. L’uomo, subito dopo l’omicidio, tentò di nascondere il cadavere nel sottotetto dello stabile, ma venne subito scoperto dai carabinieri.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ChietiToday è in caricamento