rotate-mobile
Cronaca Atessa

Finge un malore per sfuggire ai controlli dei carabinieri, poi si rialza e fugge in auto: denunciato

Un 45enne di Atessa è stato inseguito e bloccato dai militari: aveva la patente sospesa. Il documento di guida gli è stato definitivamente revocato dopo un secondo episodio

Avrebbe simulato un malore per sfuggire ai controlli dei carabinieri poiché guidava con la patente sospesa. Recivido, qualche giorno più tardi, è stato beccato alla guida di un'auto senza assicurazione. Adesso per un 45enne di Atessa è scattata la revoca definitiva della patente di guida.

L'uomo, già noto alle forze dell'ordine, il 26 gennaio scorso, durante un controllo alla circolazione stradale nel territorio di Atessa, aveva simulato un malore accasciandosi a terra e richiedendo a gran voce l’intervento del 118. Subito dopo, però, si era rialzato repentinamente dandosi alla fuga alla guida del proprio veicolo.

Percorrendo le vie di località Saletti ad alta velocità, con grave pericolo per persone e cose, era stato raggiunto e bloccato dalla pattuglia del Nucleo radiomobile della compagnia di Atessa. Dai controlli effettuati dai militari, era emerso che il gesto dell’uomo era dovuto al fatto che guidava con patente sospesa a tempo indeterminato dalla Motorizzazione di Chieti, motivo per il quale era stato sanzionato per guida con patente sospesa e denunciato per resistenza a pubblico ufficiale.

Nei giorni successivi era stato nuovamente sanzionato poichè sorpreso dai carabinieri di Archi alla guida di una Fiat 500 di proprietà che gli veniva sequestrata poiché priva di assicurazione Rca. A distanza di due settimane, su segnalazione del comando compagnia carabinieri di Atessa, al 45enne è stata revocata definitivamente dalla prefettura di Chieti la patente di guida.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Finge un malore per sfuggire ai controlli dei carabinieri, poi si rialza e fugge in auto: denunciato

ChietiToday è in caricamento