menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Ex infermiera di Lanciano deceduta dopo il vaccino Pfizer, l'autopsia: "Non c'è correlazione"

Celestina De Santis, 83 anni, si era sentita male poco dopo la seconda dose del vaccino anti Covid. Il decesso legato a un arresto cardiocircolatorio

L'autopsia su Celestina De Santis, l'ex infermiera di Lanciano morta venerdì scorso dopo aver effettuato il vaccino anti Covid, al momento ha escluso correlazioni tra il siero inoculato e il decesso, causato da un arresto cardiaco improvviso.

È questo il primo responso del medico legale Domenico Angelucci che questa mattina all'obitorio dell'ospedale di Chieti ha effettuato l'esame autoptico. Lo riporta l'Adnkronos. Il medico legale si è preso 90 giorni di tempo per effettuare ulteriori approfondimenti.

La donna di 83 anni si era sentita male circa mezz'ora dopo la somministrazione della seconda dose del vaccino Pfizer, avvenuta a San Vito Chietino. Sull'accaduto la Procura di Lanciano ha aperto un'inchiesta.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

È morto il notaio Giuseppe Tragnone: aveva 70 anni

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ChietiToday è in caricamento