menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Anziana morta dopo il vaccino, carabinieri in ospedale per acquisire i documenti medici

L'83enne venerdì ha ricevuto la seconda dose del vaccino anti Covid Pfizer e, dopo poco, si è sentita male. La procura vuole capire se ci sia un nesso di casualità o se si sia trattato di una coincidenza sfortunata

Prosegue l'indagine per accertare le cause di Celestina De Santis, l'anziana di 83 anni, ex infermiera, che venerdì è morta poco dopo aver ricevuto la seconda dose del vaccino anti Covid Pfizer.

Come riporta l'agenzia Adnkronos, i carabinieri di Lanciano hanno acquisito in ospedale il referto medico e altri documenti. 

L'anziana si è sottoposta al vaccino nell'ambulatorio di San Vito Chietino, accompagnata dalla figlia. Dopo aver atteso i tempi previsti dal protocollo per osservare eventuali problemi, le due donne si sono rimesse in macchina per tornare a casa, a Lanciano. 

Ma, dopo qualche chilometro, l'83enne si è sentita male e ha perso i sensi. La figlia si è fermata immediatamente, chiamando il 118. 

Sul posto è arrivata un'ambulanza che ha trasportato la donna all'ospedale di Lanciano, ma purtroppo non c'è stato nulla da fare.

La procura di Lanciano ha aperto un fascicolo: l'indagine, coordinata dal pm Francesco Carusi, ha l'obiettivo di stabilire se possa esserci un nesso di casualità tra il vaccino e il decesso della signora Celestina, o se si sia tratto di una sfortunata coincidenza. 

Martedì (6 aprile) sarà effettuata l'autopsia all'ospedale di Chieti, dove è già stato trasferito il corpo. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

È scomparso a 30 anni l'imprenditore della movida Ivan Vaccaro

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ChietiToday è in caricamento