rotate-mobile
Mercoledì, 26 Gennaio 2022
Politica

Vaccini ai bimbi? Il governatore Marsilio: "Prudenza su eventuale obbligo nella fascia 5-11 anni"

"Credo che tutte le evidenze scientifiche dimostrino che non è strettamente necessario al successo della campagna vaccinale che tutti i bambini si vaccinino" dichiara il presidente della Regione Abruzzo

"L'impatto emotivo di un obbligo vaccinale sui bambini nei confronti di famiglie e genitori è molto, molto forte": lo ha detto il presidente della Regione Abruzzo, Marco Marsilio, nel suo intervento alla quinta edizione della Festa dell'Ottimismo de Il Foglio, a Firenze, parlando di un questione molto attuale. 

Nessun conflitto o tensione a detta del governatore, ma soltanto tanta prudenza sull'obbligo nei confronti dei bambini dai 5 agli 11 anni. "Credo che tutte le evidenze scientifiche dimostrino che non è strettamente necessario al successo della campagna vaccinale che tutti i bambini si vaccinino - ha aggiunto  - . Su medicine e vaccini decidono i medici, noi dobbiamo fidarci"

Secondo Marsilio "se i pediatri sapranno usare parole convincenti con i genitori, molti di loro li faranno vaccinare. Se invece di fare questo lavoro di informazione medico scientifica si farà l'errore di introdurre l'obbligo, altrimenti i bambini non vanno a scuola, all'asilo o non giocano a pallone con gli altri, allora ci troveremo davanti non i cortei no vax, ma molti, molti di più, perché anche i genitori che si sono vaccinati due o tre volte non vorrebbero portare i bambini a vaccinarsi. Questo realisticamente lo dobbiamo capire. Consiglierei prudenza- ha concluso - mi pare che il governo abbia anticipato che non vorrà mettere l'obbligo nei confronti dei bambini".
   

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Vaccini ai bimbi? Il governatore Marsilio: "Prudenza su eventuale obbligo nella fascia 5-11 anni"

ChietiToday è in caricamento