Politica

Nasce il tavolo interconsiliare per l'emergenza Covid, ma la Lega dice no

Il consigliere Aceto, anche a nome dei colleghi del gruppo, lamenta che questo organismo sarebbe un "doppione" delle altre figure deputate a occuparsi di sanità, a partire dal sindaco Ferrara

No a un tavolo interconsiliare per l'emergenza Covid: è la posizione del gruppo consiliare della Lega, che boccia la proposta di Fratelli d'Italia, accolta dal sindaco Diego Ferrara.

Il consigliere Liberato Aceto, anche a nome dei colleghi di gruppo Mario Colantonio, Fabrizio Di Stefano ed Emma Letta, dopo la seduta di stamani della commissione consiliare Sanità, puntualizza: "Condivido la 'nobile' opinione di tutti i commissari che in un momento difficile come quello della pandemia da Covid-19 è necessario superare tutte le barriere ideologiche ed unire le forze con una ampia condivisione di idee ed iniziative per favorire la messa in campo di fattori convergenti per la soluzione delle innumerevoli problematiche presenti in tema di vaccinazioni, misure di prevenzione dei contagi, assistenza sanitaria sul territorio ed in ospedale nella nostra città, ma non condivido assolutamente la proposta per l’istituzione di un tavolo cosiddetto interconsiliare per l’emergenza Covid-19".

"Non perchè non sia d’accordo sul superamento delle divisioni tra schieramenti in merito alle problematiche sanitarie che hanno investito la nostra comunità nell’emergenza Covid-19 - precisa - ma gli organismi istituzionali per affrontare tali problematiche esistono in abbondanza e non richiedono attualmente la creazione di 'doppioni' istituzionali".

"Esiste la figura del sindaco Ferrara - spiega Aceto - che rappresenta la massima autorità sanitaria della città, anche nella veste di presidente del comitato ristretto dei sindaci della Asl Lanciano-Vasto-Chieti. Esiste la figura dell’assessore alla Salute Giancarlo Cascini, medico di medicina generale della nostra città. Esiste la commissione Sanità del Comune, presieduta da Gabriella Ianiro, medico di medicina generale della nostra città. Ciò che oggi è stato istituito, ovvero il tavolo interconsiliare sulla sanità, non fa altro che delegittimare il ruolo istituzionale delle suddette figure".

"Il tentativo - sottolinea Aceto - messo in atto con l’istituzione del suddetto organismo, per venire in soccorso del sindaco Ferrara in un periodo di difficoltà pandemica, non fa altro che indebolire l’immagine dell’ente comunale agli occhi dei cittadini, rendendo meno incisiva la sua azione amministrativa in campo sanitario. Un'ultima considerazione: l’assegno in bianco che oggi la commissione consiliare Sanità, in deroga a quelle che sono le proprie funzioni, firma al Sindaco Ferrara, servirà solo per l’emergenza legata al Covid-19 o anche per le altre decisioni sul futuro dell’ospedale clinicizzato della nostra città?". 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Nasce il tavolo interconsiliare per l'emergenza Covid, ma la Lega dice no

ChietiToday è in caricamento