Politica

Cardiochirurgia: il Polo di eccellenza sorgerà a Chieti

"Il Polo di eccellenza per la Cardiochirurgia sarà Chieti. Chiunque cerchi di dimostrare il contrario si sbaglia di grosso" è la replica dell'assessore regionale Febbo al consigliere Udc Giardinelli. Si punta all'eccellenza come da programmi

L’assessore regionale Mauro Febbo ribadisce  che il Polo di eccellenza per la Cardiochirurgia sarà Chieti smentendo coloro che asseriscono il contrario, in particolare il consigliere teatino di Alessandro Giardinelli che sull’argomento ha diffuso una nota stampa, allo stesso tempo, Febbo dichiara la mancanza di soldi per la realizzazione della tanto discussa terza sala.

“Non esiste nessuna intenzione di ridimensionare o affossare la struttura teatina a favore di qualcun’altra” ha ripetuto Febbo confermando quanto già dichiarato dai vertici Asl e dal Governatore Chiodi, “all’Ati che sta eseguendo i lavori spetta il compito di ultimarli nel tempo stabilito e come da progetto visto che di soldi ne sono stati già spesi tanti e di intoppi e ritardi ne abbiamo visti a sufficienza. Sono fermamente convinto di non fare brutte figure ma di parlare con cognizione di causa a differenza di chi intervenendo in modo strumentale cerca di screditare, e affossare, il lavoro dell’amministrazione regionale e della Asl”.

Sulle osservazioni di Giardinelli i merito alle due sale di Emodinamica Febbo ha risposto: “ Non sono sale operatorie ma di radiologia e interventistica e di fatto saranno attive in locali idonei nella nuova struttura e non nel blocco operatorio.  L’obiettivo della Regione e della Asl – conclude l’assessore - è quello di completare il Polo di Cardiochiurgia rispettando la scadenza del 31 maggio e metterlo a disposizione dell’intera comunità abruzzese”.
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cardiochirurgia: il Polo di eccellenza sorgerà a Chieti

ChietiToday è in caricamento