Politica

Enrico Iacobitti è il nuovo segretario cittadino del Partito Democratico: "Sarà luogo di tutti"

Avvocato, padre di due figli, 47 anni, vanta una esperienza decennale come consigliere comunale ed è stato segretario cittadino dal 2009 al 2014

Enrico Iacobitti è il nuovo segretario cittadino del Partito Democratico di Chieti. Avvocato, padre di due figli, 47 anni, Iacobitti vanta una esperienza decennale come consigliere comunale ed è stato segretario cittadino dal 2009 al 2014. Dopo di lui, il Pd teatino è stato guidato da Filippo Di Giovanni, che oggi gli ha passato il testimone. 

L'accordo sul suo nome è arrivato questa mattina, nel corso del congresso dell'unione comunale. Un incontro partecipatissimo per l'affluenza e il parterre: erano presenti il segretario regionale Pd Michele Fina, il senatore Luciano D’Alfonso, il capogruppo Pd in Consiglio Regionale, Silvio Paolucci, il segretario provinciale Pd Gianni Cordisco, il vicesegretario regionale Chiara Zappalorto, gli esponenti della giunta comunale di Chieti, oltre a rappresentanti anche delle forze coalizzate in citta?.

“E? stato un dibattito vivace, profondo, pieno di spunti e di programmazione, partito con la condivisione di uno sdegno unanime per quanto accaduto nella sede della Cgil a Roma a causa del rigurgito di fascismi contro cui tutto il congresso e il partito ha preso una posizione netta e di condanna ferma, in nome dei nostri valori e idee in antitesi rispetto a tali episodi", dice il segretario uscente Filippo Di Giovanni.

"Tutti gli interventi - ricostruisce - hanno ripercorso la storia di questi anni, che sono stati intensi, di battaglie con tanti momenti difficili, ma tesi alla costante costruzione di un percorso sfociato nella vittoria a Chieti del sindaco Diego Ferrara. Si e? ragionato anche sulla provincia di Chieti e sugli effetti che la vittoria teatina ha generato, come la prima scintilla della nuova affermazione del centrosinistra che ha ricominciato a vincere sul territorio, generando un effetto domino che si sta verificando e continuera? a verificarsi. E? stato un congresso importante, che ha visto anche la partecipazione di tanti giovani, visi nuovi e rinnovati con l’elezione di un segretario motivato e inclusivo e di un direttivo che lo affianchera?. Faranno un lavoro di inclusione e ampliamento per il partito affinche? sia e resti sempre il luogo di tutti e saranno un valido supporto all’amministrazione perche? il percorso amministrativo e? appena iniziato e c’e? davvero tanto di buono da costruire e da fare, insieme”.

Per Iacobitti, come detto, è un ritorno alla guida del Partito Democratico teatino. "Io ho continuato a vivere il partito - racconta - non ho mai lasciato il Pd. A tutti i livelli mi è stato chiesto di mettermi a disposizione per questo ruolo, così dopo averci pensato, commosso e 'messo alle strette' dagli amici della comunità del Pd, ho deciso di accettare. È un ruolo che svolgo con spirito di servizio - aggiunge - per fare in modo che il Pd sia promotore di un campo ampio che guardi oltre la nostra città e l'amministrare di oggi". 

Il primo pensiero del neo segretario è andato ai candidati di centrosinistra che domenica e lunedì prossimi affronteranno il ballottaggio, ossia Luisa Russo a Francavilla, Francesco Menna a Vasto e Leo Marongiu a Lanciano. "A loro - dice - il mio in bocca al lupo, con la speranza che ognuno di essi completi con la vittoria piena questa rinascita. Noi, qui, a Chieti siamo stati i primi a farlo, un anno fa, con l’elezione del nostro sindaco Diego Ferrara e una coalizione civica ampia e aperta, convinti, molto prima del tempo, di quanto l’inclusione fosse un fattore determinante per il futuro e per tornare a vincere. E? la strada giusta, su cui dobbiamo continuare a camminare, senza commettere l’errore di considerare quella avuta, una vittoria amministrativa, ovvero un cambiamento reale dell’orientamento conservatore della citta?".

"Per questo - aggiunge - quale forza di maggioranza, dobbiamo sostenere sindaco e giunta nel difficile percorso intrapreso di risanamento del bilancio dell’ente, di riordino amministrativo e del personale attualmente in corso. Lo facciamo convinti, perche? dobbiamo avere l’ambizione di mettere in campo e consegnare ai nostri concittadini un’idea di citta? proiettata nei prossimi anni, immersa nell’area vasta Chieti–Pescara e nel contesto regionale, invertendo la spirale negativa che per molto tempo l’ha vista ai margini delle scelte strategiche e di contesto. Per questo e per fare tutto questo, il Partito Democratico di Chieti dovra? essere 'luogo di tutti' e 'costruttore di luoghi per tutti'. Luoghi aggreganti di pensiero - è il progetto di Iacobitti - capaci di essere laboratorio e discussione di idee, per costruire, nel tempo, la migliore proposta politica possibile e la migliore Chieti possibile. Il Partito Democratico dovra? essere motore di iniziativa per la costruzione di un fronte ampio di opinione, perche? le lamentele nate sotto i meravigliosi portici del caffe? Vittoria, lungo corso Marrucino e in piazzale Marconi allo Scalo, divengano proposte e incontrino soluzioni. Per tutto questo occorre un Partito Democratico cittadino forte, unito, con un progetto condiviso e partecipato, che metta il NOI al centro della sua azione".

"Io oggi - conclude - riabbraccio un ruolo da segretario che ha senso solo con il contributo di tutti. In questi mesi ho sentito la grande voglia di partecipazione e l’amore per la nostra citta? nei discorsi e nelle istanze di tanti, pronti a mettersi a disposizione e a lavorare insieme: lo faremo, a cominciare dalla campagna di tesseramento 2021. Questo partito da oggi torna a camminare verso il futuro, pronto a rinascere grazie alla fiducia ritrovata e sapendo di essere una grande squadra”.

Al congresso ha partecipato anche il sindaco Ferrara, che ha commentato: "Saluto con grande piacere l’elezione di Enrico Iacobitti a segretario del Pd cittadino. Lo faccio come esponente politico, ma anche come sindaco di Chieti, perché credo che la vittoria della nostra coalizione, un anno fa, sia stata una scintilla importante, piccola ma luminosa, capace di innescare una reazione che abbiamo visto guadagnare tanta luce in questo primo turno elettorale delle amministrative, oggi, e che auspico diventi ancora più evidente nel secondo turno di domenica prossima. Spero di cuore - ha aggiunto - che questo congresso e il nuovo segretario possano porre le basi anche di un nuovo inizio che a noi tutti serve per ripartire dopo i due anni più brutti di sempre, com’è accaduto anche a Pescara e come accadrà anche negli altri territori, ai quali dovremmo unirci per condividere tappe e percorso. Rinnovamento, questa è la parola chiave. Ed è una parola bellissima, perché contiene il cambiamento e ne è vettore. Questo voglio augurare alla nuova guida del Pd di Chieti: di essere il miglior vettore del cambiamento per la città e con la città, oltre a un riferimento e un compagno di viaggio per chi oggi la amministra. Un grazie al segretario uscente e un sincero in bocca al lupo ad Enrico di cui conosciamo dedizione e competenza. Abbiamo da portare avanti un lavoro importante per ridarle un futuro, dobbiamo farlo insieme", ha concluso il primo cittadino.

Per il capogruppo del Pd in consiglio regionale, Silvio Paolucci, “con l’elezione di Enrico Iacobitti quale segretario dell’unione Pd di Chieti, il partito e la città guadagnano un leader determinato, inclusivo, pronto a portare avanti un percorso partecipato e vincente”.

“Il suo - ha detto - è un nome che unisce, per l’energia e la competenza che lo contraddistinguono, per la sua storia limpida e forte, per la disponibilità di tornare a rivestire un ruolo strategico e fondamentale in questo momento di rinnovamento e vittoria del centrosinistra alle ultime tornate elettorali. Conosco e apprezzo la sua capacità di stare con la gente e di dialogare con tutta la comunità, qualità che sono la sua forza e diventeranno di certo quella di un partito che ha un futuro davanti e deve tornare a camminare convinto verso nuovi orizzonti cercando intese ampie per rispondere alle istanze della comunità. Si tratta di un indirizzo vincente, che a Chieti ha funzionato e può continuare a funzionare. Voglio ringraziare il segretario uscente Filippo Di Giovanni per il lavoro svolto. A Enrico rinnovo stima e in bocca al lupo, come a tutto il direttivo eletto con lui e pronto a scendere in campo e a operare per la città”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Enrico Iacobitti è il nuovo segretario cittadino del Partito Democratico: "Sarà luogo di tutti"

ChietiToday è in caricamento