menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Provinciali, ottimismo di Zappalorto anche per le comunali

Il segretario provinciale dei Democratici commenta la vittoria del centrosinistra di Pupillo alle elezioni provinciali: "Abbiamo vinto col giusto mix di esperienza e rinnovamento". Ci si prepara all'appuntamento di primavera con i teatini: "Chieti diventi laboratorio delle idee dell'intero Abruzzo"

"Un equilibrato mix di esperienza e rinnovamento. Con questa lista abbiamo conquistato un nuovo, importante successo nelle elezioni provinciali a Chieti, a pochi giorni dall'affermazione di Luciano Lapenna, nuovo presidente dell'Anci Abruzzo". Questo il commento del segretario provinciale del Partito Democratico di Chieti, Chiara Zappalorto, all'indomani dell'ufficializzazione del risultato della consultazione che ha visto il successo di Mario Pupillo, neo presidente della Provincia di Chieti.

"Il primo obiettivo della nuova amministrazione - spiega Zappalorto -  sarà quello di accorciare le distanze tra l'Istituzione e i cittadini, con una nuova e funzionale sinergia con gli Enti regionali e nazionali. In un momento di grande crisi economica dovremo attingere con maggiore costanza al patrimonio delle idee per sopperire alla scarsità di risorse".

Archiviate le provinciali, il prossimo grande appuntamento dei Democratici è previsto a primavera, quando i cittadini di Chieti saranno chiamati alle urne per le elezioni comunali. Chiara Zappalorto è ottimista: "Abbiamo dimostrato di essere divenuti già la forza di maggioranza in città – dichiara ancora il segretario provinciale del Pd – e da questa importante base di partenza vogliamo costruire un nuovo successo per il 2015. Vogliamo far tornare Chieti e la sua Provincia assoluti protagonisti dello sviluppo economico dell'Abruzzo. Gli ultimi cinque anni di governo del centrodestra non andranno certamente in archivio né per l'incremento delle dotazioni infrastrutturali della Città, né tantomeno per l'aumento dei livelli occupazionali che purtroppo segnano una diminuzione costante. Chieti deve diventare il laboratorio delle buone idee della politica regionale, una “fabbrica di sviluppo” in grado di mettere il grande patrimonio di conoscenza dei poli universitari e dei centri culturali di eccellenza teatini al servizio dell'intera comunità".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ChietiToday è in caricamento