Elezioni

L'Altra Chieti si presenta e sbatte la porta in faccia al Pd

La lista che concorrerà alle prossime elezioni comunali presentata alla città lo scorso 22 dicembre in assemblea pubblica. C'era anche il segretario cittadino del Pd, Filippo Di Giovanni, che chiedeva di fare un passo indietro

l'assemblea del 22 dicembre

Si è costituita ufficialmente L’Altra Chieti, la lista che concorrerà alle prossime elezioni comunali. Lunedì 22 dicembre l’assemblea pubblica nella Sala Congressi del Grande Albergo Abruzzo presieduta da Enrico Raimondi, Riccardo Di Gregorio e Carmela Caiani.

C’era anche il segretario cittadino del Pd, Filippo Di Giovanni, intervenuto per chiedere di fare un passo indietro. “Il rifiuto dell’assemblea è stato perentorio" fanno sapere dal coordinamento cittadino il quale ribadisce al Partito Democratico “che dopo l’atteggiamento di totale chiusura assunto dallo stesso partito in occasione delle elezioni primarie, per noi da oggi inizia una nuova stagione che ci vedrà fermamente contrapposti ai due blocchi certi di essere sostenuti da una grande fetta dell’elettorato teatino; elettorato ormai esausto dalla “politica delle convenienze e degli opportunismi” dove i riciclati si scambiano di posto in un valzer che non conosce sosta”.

Numerosi sono stati gli interventi di simpatizzanti e sostenitori e contributi di professionisti di diversi settori che hanno trattato gli argomenti più scottanti del territorio: dalle politiche per la casa all’ambiente, dal sociale all’urbanistica, dal trasporto e viabilità al commercio e la situazione in cui versa la Carichieti.

“Siamo aperti al dialogo con tutte quelle forze civiche che stanno nascendo in città e che sono sospinte dall’interesse di fare il bene di Chieti – aggiungono - Partiamo con la convinzione di essere la vera alternativa sia alla fallimentare coalizione di centro destra guidata dal sindaco uscente Umberto Di Primio sia a quella guidata da Luigi Febo, un vero e proprio minestrone riempito da tanti profughi di centro destra. Abbiamo nel nostro interno tutte quelle competenze e professionalità necessarie per far risorgere questa nostra città dalla palude amministrativo-politica in cui dissennate amministrazioni l’hanno abbandonata”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

L'Altra Chieti si presenta e sbatte la porta in faccia al Pd

ChietiToday è in caricamento