menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

"L'Interdizione di rettore e dg è un epilogo indecoroso per l'università e il territorio"

Così l'onorevole Fabrizio Di Stefano commenta il fatto del giorno, parlando di un danno economico diretto e indiretto per l'ateneo

“Il danno d’immagine che tutto questo comporta per l’ateneo è incalcolabile”. Così l'onorevole di Forza Italia Fabrizio Di Stefano commenta la notizia dell'interdizione di sei mesi per il rettore e il direttore generale dell'università d'Annunzio. Un fatto, dice, che "non ha precedenti in Abruzzo e mi viene il dubbio che ne abbia in Italia”

"Chi di questo si è reso responsabile deve renderne conto: forse è arrivato il momento che tutto il corpo docente dell’ateneo comprenda che le partite che si giocano sull’università D’Annunzio non sono e non possono essere partite private ma la ricaduta coinvolge inevitabilmente tutto il territorio abruzzese e teatino in particolare. Di fatto si chiude così il mandato del professor Carmine Di Ilio alla guida dell’Ateneo e, senza ombra di dubbio, peggior maniera di chiudere non ci poteva essere". 

"L’indecoroso spettacolo a cui abbiamo assistito in questi ultimi mesi - prosegue Di Stefano - con guerre all’ultimo sangue su tutti gli organi di stampa e non solo, come risultato ha prodotto questo epilogo indecoroso ma, soprattutto, la perdita da parte dell’Ateneo di 6mila studenti con un conseguente danno economico diretto, le mancate rette, e indiretto su tutto il tessuto economico delle attività che si muovono intorno all’ateneo".

"Occorre allora che il corpo docente del nostro ateneo - conclude - nella scelta del nuovo rettore, si assuma la precisa responsabilità di confrontarsi con il territorio, con la consapevolezza che l’ateneo è un bene per il territorio e quindi è al territorio che si deve rispondere quando si fanno certe scelte e quando si amministra".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Amaretti abruzzesi: cosa sono e la ricetta per prepararli

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ChietiToday è in caricamento