rotate-mobile
Politica

Il dopo conclave: scuole più sicure, case popolari e nuovo cimitero in due anni

I numeri e gli obiettivi dell'amministrazione Di Primio ieri nel corso dell'incontro pubblico in piazza Vico: bene il sociale e l'ecologia. Tanti i lavori in cantiere

Tre anni di governo più due da completare. I numeri e gli obiettivi dell’amministrazione Di Primio sotto gli occhi di tutti ieri nel corso dell’incontro pubblico con la cittadinanza, a conclusione del conclave al Buonconsiglio.

E per un giorno i problemi della maggioranza sembrano dimenticati. In piazza Vico ieri, prima di presentare i progetti futuri, l’attenzione si è soffermata sull’emergenza prioritaria della città: il lavoro. “Un’amministrazione comunale nel suo piccolo può solo impegnarsi affinché vengano create le possibilità per le aziende di investire sul territorio attuando politiche locali di incentivazione”  ha detto il sindaco facendo riferimento alla calmierazione degli affitti degli immobili e alla creazione delle aree no tax.

Ha poi evidenziato che, nonostante la situazione debitoria di 22.541.751,75 euro lasciata dai suoi predecessori e  in buona parte già onorata, l'amministrazione attuale è riuscita a realizzare in tre anni più del 75% del programma elettorale.

Nel settore sociale, ad esempio, nonostante gli 8.000.000 di euro in meno di trasferimenti, Di Primio e company spiegano di aver svolto l’85% del programma di governo prefissato, “considerando il settore non una spesa, ma un investimento” e recuperato 750.000 euro di risorse da bandi europei o regionali.

L’obiettivo nei prossimi due anni sarà quello di rendere “Chieti una città sempre più vicina a famiglie, giovani coppie e genitori in difficoltà”.

Ecco perché il sindaco ha parlato della possibilità offrire ai cittadini una maggiore disponibilità di case, tramite l’Ater, recuperare alloggi comunali condotti da chi non ha diritto ad abitarli ed elaborare un accordo tra amministrazione, ASM Chieti Solidale e Federfarma che consenta di abbattere il prezzo dei farmaci di fascia C e i prodotti per l’infanzia, Ancora, nel programma futuro ci sono la realizzazione di due nuovi asili nidi unita alla revisione della fiscalità in favore delle classi sociali più disagiate.

Per quanto riguarda il settore Ecologia, rivelatosi fiore all’occhiello di questa amministrazione, i numeri elencati dal sindaco sono incoraggianti: è stato raggiunto infatti il 92% del programma prefissato, soprattutto attraverso la realizzazione della raccolta differenziata (65%).

Quanto ai Lavori Pubblici, la Giunta ha sottolienato che in tre anni sono stati investiti quasi 29 milioni di euro, di cui 4.500.000 euro per rendere le scuole teatine più sicure, sono stati aperti 318 cantieri (di cui 288 portati a compimento) e ottenuto 12 milioni di euro di finanziamenti regionali ed europei.

“L’ obiettivo per i prossimi due anni – ha detto il primo cittadino ieri - è investire ancor più sulla sicurezza delle nostre strade, dei nostri edifici, delle nostre scuole, avviare lavori per oltre 12.000.000 di euro. Le priorità saranno la costruzione del parcheggio all’ospedale di Colle dell’Ara, utilizzando l’area di proprietà (ex Barra Caracciolo) già destinata urbanisticamente a tale funzione, quella del nuovo Cimitero nella parte bassa della città; l’ampliamento del parcheggio in project financing di piazzale Falcone e Borsellino; l’ampliamento del Tribunale attraverso un progetto di finanza in previsione dell’accorpamento degli uffici giudiziari di Lanciano e Vasto; il recupero e l’utilizzo delle strutture militari dismesse la ristrutturazione di Palazzo d’Achille, storica sede del Comune; dare concretezza al progetto Polis che prevede la riqualificazione e l’utilizzo dell’ex Caserma Pierantoni, del Santa Maddalena e del SS. Rosario, creando 600 posti letto per gli studenti universitari.

Al tempo stesso posso già da ora comunicare che non si potrà effettuare l’arretramento della linea ferroviaria per indisponibilità finanziarie delle Ferrovie dello Stato così come l’abbattimento del viadotto di Madonna delle Piane in quanto l’Anas non ha le risorse disponibili”.

Prosegue invece, il progetto di realizzazione dei parcheggi di scambio: i terminal di sosta saranno nei parcheggi della stazione, del palatricalle e del centro commerciale Il Centauro. “Da queste aree – ha detto il sindaco - , ove la sosta è gratuita, si potrà raggiungere il centro della città con i mezzi pubblici o prenotando il taxi”

Altro obiettivo importante e già noto è quello della dorsale della cultura, che il Comune continuerà a perseguire tramite la già avviata valorizzazione delle manifestazioni cittadine tradizionali.

“È intenzione dell’amministrazione – ha concluso il sindaco - continuare a valorizzare i tesori cittadini, consolidare i progetti per i giovani, proseguire la politica dell’incentivazione e della defiscalizzazione in favore delle imprese e delle attività commerciali, ampliare la zona della no tax area, aprire lo sportello Informativo per le Imprese”.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il dopo conclave: scuole più sicure, case popolari e nuovo cimitero in due anni

ChietiToday è in caricamento