Guardiagrele, il sindaco incontra i commercianti: "Chiedono alleggerimento della fiscalità"

Il primo cittadino guardiese, Simone Dal Pozzo annuncia la creazione del marchio 'Città sana e sicura' per certificare la garanzia della sicurezza

In questi giorni il sindaco di Guardiagrele, Simone Dal Pozzo fa sapere di aver incontrato ambulanti, commercianti al dettaglio, esercenti della ristorazione e dei servizi alla persona. Durante i colloqui, fa sapere il primo cittadino guardiese, sono state ascoltate richieste, suggerimenti e proposte.

"La prima esigenza emersa - dice Dal Pozzo - è certamente quella di un alleggerimento della fiscalità comunale. Allo slittamento della Tari deliberato a marzo e all'azzeramento della Cosap per i mesi della sospensione, deciso all'inizio di aprile, andremo a sommare altri benefici economici tra i quali anche quelli  derivanti dai trasferimenti annunciati dal governo nella manovra approvata dal consiglio dei ministri. Questi trasferimenti ai comuni, in una misura che non ancora conosciamo con precisione, si tradurranno in abbattimenti sulle imposte comunali". 

Dal Pozzo annuncia di essere pronto "a consentire, sulla base di una manifestazione di interesse e raccogliendo dati da parte dei singoli operatori, ad assicurare un ampliamento gratuito delle superfici da occupare per garantire le misure di distanziamento sociale stabilite dalle norme e dai protocolli di sicurezza".

Infine la promessa del sindaco di lavorare per la creazione di "un marchio di qualità e sicurezza del nostro borgo. Guardiagrele si è riconquistato sul campo il ritorno nel Club dei Borghi più belli d'Italia: per la promozione delle mete turistiche dei prossimi mesi non partiamo da zero. Al patrimonio che in questi anni abbiamo ricostruito, aggiungeremo, con la partecipazione di tutti gli operatori, un marchio di 'Città sana e sicura' dove tutte le attività che lavorano con il pubblico avranno la certificata garanzia della sicurezza".  È allo studio, ad esempio, l'effettuazione di test sierologici agli operatori che ricevono o sono a contatto con il pubblico a garanzia della loro salute, di quella dei lavorarori e dei clienti".

Nei prossimi giorni, Dal Pozzo fa sapere che incontrerà i cittadini impegnati nei settori culturali e dell'ambiente, dell'economia, lavoro e scuola.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • "Primo giorno di zona rozza in Abruzzo": il post del Tg1 scatena l'ilarità dei social

  • La provincia di Chieti si spopola: Ortona e Lanciano perdono più abitanti

  • Zona rossa, si può fare la spesa in un altro Comune se si risparmia: le nuove indicazioni del Governo

  • Il Wwf conferma: "Lupi avvistati e fotografati nella periferia di Chieti"

  • Test sierologici in tutte le farmacie abruzzesi: si inizia da studenti e loro familiari

  • Lancia sassi alla ex e al nuovo fidanzato e sfonda la porta di casa: 30enne denunciato

Torna su
ChietiToday è in caricamento