rotate-mobile
Venerdì, 3 Dicembre 2021
Politica

Buona la prima per il consiglio virtuale: lavori regolari e ampia partecipazione

L'esperimento, obbligato viste le norme per il contenimento del Coronavirus, è riuscito con successo e la seduta ha portato a termine i lavori con successo

Esperimento riuscito per il primo consiglio comunale online della storia di Chieti. Qualche settimana per organizzarsi e, ieri pomeriggio, l'assise civica si è riunita in videochiamata, per la prima di una lunga serie di sedute virtuali obbligate viste le disposizioni epr il Coronavirus. 

"È andata bene - spiega il presidente del consiglio comunale, Liberato Aceto - tenendo conto che era la prima: è stata una riunione fruttuosa. Ora dovremo continuare così perché l’emergenza non è ancora finita". 

Oggi, con le stesse modalità, è in programma una conferenza dei capigruppo per fissare data e ordine del giorno della prossima seduta. E così procederanno i lavori delle varie commissioni, che proseguiranno almeno fino all'autunno, sebbene la durata naturale del mandato dei consiglieri stia per scadere: se non ci fosse stata l'emergenza sanitaria, infatti, i teatini sarebbero dovuti tornare alle urne il mese prossimo. 

La seduta di ieri, iniziata poco dopo le 15.30, è durata circa tre ore, con un'ampia partecipazione e senza particolari intoppi, a eccezione di qualche piccolo problema di linea per alcuni.

Gli assessori Mario Colantonio e Alessandro Bevilacqua hanno risposto alle interrogazioni sulla sicurezza in via delle Terme Romane, presentata da Diego Ferrara, e sulla sottrazione di parcheggi per l’installazione delle isole ecologiche, avanzata da Bruno Di Paolo. Approvata a maggioranza la proroga dell’affidamento del trasporto pubblico locale alla società La Panoramica, mentre è stata ritirata la mozione di Mario De Lio sull’assegnazione di progetti utili alla collettività per i percettori del reddito di cittadinanza, perché l’amministrazione vi sta già lavorando, nonostante i ritardi per l’emergenza sanitaria.

Al momento, non è possibile la trasmissione in streaming per rendere pubbliche le sedute. "Prima dell'emergenza - spiega Aceto - ci stavo lavorando e avevo chiesto alacuni preventivi, ma l'inizio dello streaming era subordinato al ritorno nell’aula consiliare del vecchio palazzo di città".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Buona la prima per il consiglio virtuale: lavori regolari e ampia partecipazione

ChietiToday è in caricamento