menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Buona la prima per il consiglio virtuale: lavori regolari e ampia partecipazione

L'esperimento, obbligato viste le norme per il contenimento del Coronavirus, è riuscito con successo e la seduta ha portato a termine i lavori con successo

Esperimento riuscito per il primo consiglio comunale online della storia di Chieti. Qualche settimana per organizzarsi e, ieri pomeriggio, l'assise civica si è riunita in videochiamata, per la prima di una lunga serie di sedute virtuali obbligate viste le disposizioni epr il Coronavirus. 

"È andata bene - spiega il presidente del consiglio comunale, Liberato Aceto - tenendo conto che era la prima: è stata una riunione fruttuosa. Ora dovremo continuare così perché l’emergenza non è ancora finita". 

Oggi, con le stesse modalità, è in programma una conferenza dei capigruppo per fissare data e ordine del giorno della prossima seduta. E così procederanno i lavori delle varie commissioni, che proseguiranno almeno fino all'autunno, sebbene la durata naturale del mandato dei consiglieri stia per scadere: se non ci fosse stata l'emergenza sanitaria, infatti, i teatini sarebbero dovuti tornare alle urne il mese prossimo. 

La seduta di ieri, iniziata poco dopo le 15.30, è durata circa tre ore, con un'ampia partecipazione e senza particolari intoppi, a eccezione di qualche piccolo problema di linea per alcuni.

Gli assessori Mario Colantonio e Alessandro Bevilacqua hanno risposto alle interrogazioni sulla sicurezza in via delle Terme Romane, presentata da Diego Ferrara, e sulla sottrazione di parcheggi per l’installazione delle isole ecologiche, avanzata da Bruno Di Paolo. Approvata a maggioranza la proroga dell’affidamento del trasporto pubblico locale alla società La Panoramica, mentre è stata ritirata la mozione di Mario De Lio sull’assegnazione di progetti utili alla collettività per i percettori del reddito di cittadinanza, perché l’amministrazione vi sta già lavorando, nonostante i ritardi per l’emergenza sanitaria.

Al momento, non è possibile la trasmissione in streaming per rendere pubbliche le sedute. "Prima dell'emergenza - spiega Aceto - ci stavo lavorando e avevo chiesto alacuni preventivi, ma l'inizio dello streaming era subordinato al ritorno nell’aula consiliare del vecchio palazzo di città".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

“Mio padre chiamato per il vaccino un mese dopo il decesso”

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ChietiToday è in caricamento