Laterlite di Lentella come l'Ilva: ricatto tra ambiente e lavoro

Il Prc: "Il Comitato VIA si è espresso con un preavviso di rigetto dell'ampliamento della cava, la Laterlite può presentare osservazioni al superamento dei motivi dello stesso preavviso". Intanto solidarietà ai settanta lavoratori arriva dal Pd provinciale

“Il caso Laterlite di Lentella è emblematico di un modo di ragionare che con Ilva sta facendo scuola. Si mettono l’uno contro l’altro, lavoro e ambiente. Nei fatti si tratta di un vero e proprio ricatto” Ne è convinto il Prc Abruzzo dopo che, a causa dell’impossibilità di ampliare la cava sancita dal Comitato Valutazione Impatto Ambientale, l’azienda ha chiesto la cassa integrazione per i 66 lavoratori e rischia la chiusura.
 

Ma i segretari del Prc fanno notare che il Comitato VIA si è espresso con un “preavviso di rigetto” dell’ampliamento della cava verso il quale, la Laterlite può presentare osservazioni. Solo nel caso in cui Laterlite non produca tali osservazioni o queste non siano ritenute accoglibili, sarà emesso da parte del VIA il provvedimento definitivo di diniego. “Ma è il caso di ricordare che l’ampliamento della cava preteso da Laterlite ha avuto in questi anni un processo molto travagliato” spiegano dal Rifondazione in una nota “nell’ottobre 2010 il Comitato VIA evidenzia che, nonostante l’area oggetto della cava in questione insista 'in zona sottoposta a vincolo idrogeologico', 'sono già stati effettuati dei lavori di gradonatura per i quali non è stata fornita documentazione autorizzativa'. Ad oggi, a distanza di mesi dalla prima sospensione del febbraio 2013 della procedura VIA per evidenti carenze nella documentazione prodotta da Laterlite, siamo al preavviso di rigetto definitivo perché “persistono le motivazioni di rigetto” di tre anni fa.

La soluzione sarebbe semplice – concludono - far sì che la Regione si doti finalmente di un piano cave ma  intanto l’azienda rispetti le procedure imposte dalla legge, come chiunque e non usi il lavoro come un rapinatore usa un ostaggio”.

Intanto solidarietà ai lavoratori della Laterlite arriva dal gruppo Pd della provincia. “Il nostro territorio non può permettersi  il lusso della supina perdita di altri posti di lavoro – dichiara il capogruppo D’Amico – e ha l’obbligo di reagire e fare squadra per invertire una tendenza che fa apparire il vastese sempre più come il Sud, non solo geografico, dell’Abruzzo. Sulla Laterlite non abbasseremo la guardia ma rappresenta per noi il giusto espediente per porre al centro del dibattito politico ed istituzionale la necessità di riscrivere e ridisegnare le priorità dello sviluppo complessivo del nostro territorio".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, famiglie in isolamento a Pescara dopo contatti con contagiati

  • Dai tavoli de "La Pecora Nera" al cinema per adulti: il primo film di Marilena Di Stilio

  • Coronavirus, riunione operativa in Regione: obbligo di isolamento per chi ha avuto contatti con le zone rosse

  • Coronavirus: 17enne in isolamento all'ospedale di Vasto, è appena tornata da Padova

  • Anffas Chieti in lutto: è morta la presidente Gabriella Casalvieri

  • Coronavirus, negativo il tampone sulla giovane ricoverata a Vasto

Torna su
ChietiToday è in caricamento