Nessuno sfratto per le associazioni dell'ex caserma Pierantoni

La rassicurazione dell'assessore Colantonio: "Lo studentato non penalizzerà le associazioni, che avranno una sede più confortevole, non bisogna creare inutile terrorismo". Nei giorni scorsi in molti avevano espresso perplessità per il progetto

L'assessore ai Lavori Pubblici Mario Colantonio

Nessuno sfratto per le associazioni che hanno sede nella caserma Pierantoni: lo assicura l’assessore ai Lavori Pubblici, Mario Colantonio. Dopo la presentazione del progetto di una casa dello studente nello storico edificio di Chieti, in molti avevano espresso qualche perplessità.

Il vicesindaco, Bruno Di Paolo, si era detto soddisfatto del piano di rilancio del centro storico, ma allo stesso tempo preoccupato: “Senza una sede idonea le 25 associazioni che hanno sede nell’ex Pierantoni con i loro 3.000 iscritti vedono messa a rischio la loro esistenza futura”. Anche Mattia La Rovere, delegato regionale alle politiche giovanili di Giustizia sociale, aveva manifestato la sua perplessità: “Qualora l’edificio dovesse ospitare circa 600 studenti dell’università D’Annunzio e riportare sul colle un po’ della tribù universitaria che affolla principalmente lo scalo, è lecito chiedersi che fine faranno le associazioni”. 
 
Ma l’assessore Colantonio rassicura tutti. “La società Polis – precisa in una nota – ha proposto il recupero di tre grandi contenitori vuoti della città a totale capitale privato: la realizzazione di uno studentato al Ss. Rosario, uno nell’ex caserma Pierantoni con recupero di spazi a multi servizi e un albergo all’interno del Santa Maddalena”. Per quanto riguarda l’ex Pierantoni, Colantonio spiega che attualmente è utilizzato solo il 20 per cento dei suoi 9.800 metri quadri, quindi invita a  “non creare inutile terrorismo”, tanto più che la proposta deve ancora seguire l’iter amministrativo. I lavori dovrebbero iniziare tra la fine del 2012 e l’inizio del 2013. “Le associazioni – garantisce – saranno tutte salvaguardate e non si esclude la possibilità di dotarle di una sede più confortevole”, magari in uno degli edifici vuoti della città. 
 
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Dolore e sgomento per la morte di Ottavio De Fazio, il motociclista caduto durante un'uscita

  • Schianto mortale lungo la Tiburtina: motociclista di Chieti perde la vita

  • Malore improvviso in casa, muore a 39 anni tecnico informatico

  • In Abruzzo arrivano i Condhotel, stanze d'albergo vendute ai privati

  • L'Abruzzo scelto per la sperimentazione dell'app Immuni con Liguria e Puglia, si parte a giugno

  • Smantellata la rete che riforniva di droga la provincia di Chieti: arrestate 13 persone

Torna su
ChietiToday è in caricamento