menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Sì del consiglio comunale al bilancio del Marrucino e al piano delle opere pubbliche

L'assise civica si riunirà di nuovo lunedì: sul piatto della bilancia il bilancio e il documento unico di programmazione

Sì del consiglio comunale al bilancio di previsione del teatro Marrucino e al piano triennale delle opere pubbliche, ma ci si torna a riunire lunedì, alle ore 9, per discutere di argomenti di peso per il futuro della città: il Dup (Documento unico di programmazione), il bilancio di previsione e la modifica al regolamento comunale delle entrate

Proprio quest'ultimo punto, però, andrà rivisto, perché alcuni aspetti non hanno avuto il parere positivo del dirigente del settore Finanze e dei revisori dei conti. La maggioranza, come confermato dal sindaco Umberto Di Primio, durante il consiglio, ha dato la sua disponibilità a sostenere il documento scritto materialmente dai consiglieri Ottavio Argenio e Diego Costantini e già licenziato in commissione Bilancio. 

Con 17 voti favorevoli e 10 astenuti è invece stato approvato il bilancio della deputazione teatrale del Marrucino che, come ha spiegato l'assessore alla Cultura Antonio Viola, sarà oggetto di rivisitazioni, perché è stato realizzato ben prima della pandemia, nel mese di gennaio. Il nuovo documento contabile dovrà dunque tenere conto degli incassi mancati, tra biglietti e abbonamenti, ma anche delle spese per gli spettacoli che non sono state sostenute. 

Nel suo intervento, l'assessore ha spiegato che il teatro Marrucino riaprirà il 1° ottobre, ma nel frattempo si sta studiando la possibilità di organizzare spettacoli all'aperto in estate. 

Sì del consiglio anche il piano triennale delle opere pubbliche, con 15 voti favorevoli, 10 contrari e 4 astenuti. L'assessore ai Lavori pubblici, Raffaele Di Felice, ha rivendicato la validità del suo lavoro, replicando alle critiche con la mancanza di finanziamenti dal Governo centrale dalle Regioni e puntualizzando: "Mi era stato chiesto di non fare debiti fuori bilancio, altrimenti avremmo potuto fare molte più opere. Mi dispiace che non riuscirò ad attivare tutti i lavori - ha aggiunto - ma lasceremo un pacchetto di progetti con finanziamenti certi a chi ci seguirà dopo di noi".

Poco dopo le 14, con l'uscita di scena di Forza Italia e Chieti per Chieti prima, delle altre forze di opposizione dopo, è venuto meno il numero legale, per cui la seduta è stata aggiornata a lunedì mattina, in seconda convocazione. Anche la prossima seduta sarà trasmessa in diretta Facebook.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ChietiToday è in caricamento