rotate-mobile
Meteo

Caldo febbraio in Abruzzo: il mese si è chiuso con +4°C rispetto alla media

L'analisi del Cetemps: 4 gradi centigradi in più rispetto alla media di riferimento climatologico 1991-2020, clima più secco e precipitazioni in media più scarse del 52%

Il mese di febbraio 2024 appena trascorso è stato il più caldo degli ultimi trent'anni in Abruzzo con 4 gradi centigradi in più (rispetto alla media di riferimento climatologico 1991-2020), un clima più secco e precipitazioni in media più scarse del 52%. È quanto rivela un'analisi del Cetemps, il Centro di eccellenza dell'università dell'Aquila in Telerilevamento e Modellistica previsionale di eventi severi, riportata dall'Ansa.

"Le condizioni di prevalente alta pressione sull'Europa orientale - si legge - hanno favorito un flusso d'aria caldo e umido da sud-est e condizioni di stabilità atmosferica, che hanno portato a giornate molto serene in generale e con frequenti foschie o nebbie sul litorale".

 Leggi le notizie di ChietiToday su Whatsapp

Le anomalie di temperatura hanno registrato aumenti dappertutto. In Abruzzo la temperatura media è stata più alta del riferimento climatologico 1991-2020 di 4 gradi in media, leggermente meno sulla costa, leggermente oltre nell'entroterra. Le anomalie di temperatura massima sono state in media di 5°, con picco di +5.8° nell'entroterra pescarese; mentre l'anomalia delle temperature minime è stata relativamente più contenuta con +2.8°, leggermente più alta nel Chietino e leggermente meno nell'Aquilano. Le precipitazioni sono state più scarse in media del 52%, oscillante tra il -10% della fascia al confine col Lazio e il -90% sul litorale.

analisi delle temperature

Intanto anche questa prima settimana di marzo, secondo l'analisi del Cetemps, si prefigura essere ancora decisamente più calda della norma, seppur con precipitazioni lievemente maggiori.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Caldo febbraio in Abruzzo: il mese si è chiuso con +4°C rispetto alla media

ChietiToday è in caricamento